• giovedì 14 giugno 2018

Mondiali 2018: Russia-Arabia Saudita in TV e in streaming

È la partita inaugurale della Coppa del Mondo, si gioca oggi pomeriggio a Mosca

L'allenatore russo Stanislav Cherchesov dirige l'ultimo allenamento della squadra prima della partita contro l'Arabia Saudita (Dan Mullan/Getty Images)

I Mondiali di calcio 2018 si apriranno ufficialmente oggi pomeriggio con la partita inaugurale tra la Russia, il paese ospitante, e l’Arabia Saudita, entrambe nel Gruppo A. L’incontro è in programma allo stadio Luzhniki di Mosca – dove il 15 luglio si disputerà la finale del torneo – e il calcio d’inizio è previsto quando in Italia saranno le 17.00 (e a Mosca le 18.00). La partita sarà preceduta dalla tradizionale cerimonia d’apertura, che inizierà a circa due ore prime dal calcio d’inizio.

Russia-Arabia Saudita sarà trasmessa in diretta e in esclusiva da Mediaset su Canale 5 e Canale 5 HD. Si potrà vedere anche sul canale Mediaset Extra FIFA World Cup con il commento speciale della Gialappa’s Band. Verrà trasmessa inoltre in streaming dal sito di Canale 5, raggiungibile da qui, o dal sito di Sportmediaset, raggiungibile da qui.

In Italia tutte le partite dei Mondiali 2018 verranno trasmesse in diretta e in chiaro da Mediaset, che ha ottenuto i diritti di trasmissione al posto della Rai. Nel corso della fase a gironi ci saranno anche quattro partite in un giorno, mentre di norma saranno tre, per poi diminuire a due nei primi turni della fase a eliminazione diretta. Mediaset le trasmetterà principalmente su Italia 1 o su Canale 20 mentre quelle più importanti dei gironi e tutte quelle della fase a eliminazione diretta verranno trasmesse su Canale 5.

Ai Mondiali di casa la nazionale della Russia sarà la squadra con la posizione più bassa nel ranking FIFA: nella classifica aggiornata al 7 giugno 2018 occupa la settantesima posizione, fra Guinea e Macedonia. La partita contro l’Arabia Saudita (numero 67 del ranking) sarà per questo l’incontro inaugurale con il ranking complessivo più basso nella storia della Coppa del Mondo. Nonostante nel ranking sia preceduta da nazionali probabilmente meno forti sulla carta, la nazionale russa non se la passa per niente bene e le aspettative sulla squadra sono basse. In molti credono che farà fatica a superare il girone con Egitto, Uruguay e appunto Arabia Saudita.

L’Arabia Saudita è allenata dall’argentino Juan Antonio Pizzi, vincitore dell’ultima Coppa America con il Cile, che ha lasciato dopo aver mancato la qualificazione ai Mondiali. L’Arabia Saudita invece l’ha raggiunta, ma con un altro allenatore: l’olandese Bert van Marwijk, finito ad allenare l’Australia. Il livello della squadra araba è fra i più bassi del Mondiale, ma Pizzi ritiene che il livello tecnico medio dei giocatori sia sufficiente per disputare almeno un buon girone.

📅 Il calendario
🇷🇺 La fase a gironi
🏆 Le 7 favorite

👕 Le maglie
🥇 L’albo d’oro dei Mondiali

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.