Inizia il governo Conte

Per ora ha annunciato la lista dei ministri: ci sono Paolo Savona alle Politiche europee e Giovanni Tria all'Economia, giureranno domani alle 16

Giuseppe Conte (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Giuseppe Conte ha ricevuto di nuovo l’incarico dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella di formare il governo, dopo avergli presentato la lista dei futuri ministri. A meno di grossissime sorprese, sarà la volta buona: il giuramento del nuovo governo è in programma per domani alle 16. Tra i ministri proposti da Conte ci sono: Paolo Savona alle Politiche europee, Giovanni Tria all’Economia, Matteo Salvini agli Interni e vicepremier, Luigi di Maio al Lavoro e vicepremier, ed Enzo Moavero Milanesi agli Esteri.

Nel tardo pomeriggio era stato Carlo Cottarelli a incontrarsi con Mattarella. Cottarelli aveva rimesso il mandato di presidente del Consiglio incaricato, perché Lega e Movimento 5 Stelle avevano annunciato di avere raggiunto un accordo per la formazione di un governo politico guidato da Giuseppe Conte, opzione che fino a ieri veniva considerata archiviata.

Le precedenti trattative per formare un governo Lega-M5S si erano incartate con l’irrigidimento della Lega sul nome dell’economista anti euro Paolo Savona, alla cui nomina a ministro dell’Economia il presidente della Repubblica aveva messo un veto. Le basi per il nuovo accordo prevedono un governo guidato da Conte, e senza Savona all’Economia.

Il Post ha seguito le notizie di oggi con un liveblog. Per vedere gli ultimi aggiornamenti, riaggiorna la pagina; o, se leggi da un cellulare, tocca qui.

22:34 31 Mag 2018

Per chi se lo fosse chiesto: i nuovi ministri entreranno ufficialmente in carica domani, al termine della cerimonia di giuramento, ma il governo entro dieci giorni deve chiedere la fiducia alle camere.

22:28 31 Mag 2018

E questo è il breve discorso di Conte in cui ha annunciato la lista dei ministri. 

22:20 31 Mag 2018

22:15 31 Mag 2018

Se ve le siete perse, queste sono state le dichiarazioni di Cottarelli dopo il suo incontro con Mattarella, molto lodate da commentatori e analisti. 

22:14 31 Mag 2018

Una cartolina da tre giorni fa.

22:03 31 Mag 2018

Qui la lista completa dei ministri del governo Conte, con foto e biografie.

Chi sono i ministri del governo Conte

22:02 31 Mag 2018

C’è una novità principale rispetto alla lista circolata nel pomeriggio: il deputato del Movimento 5 Stelle Danilo Toninelli è stato scelto come ministro per le Infrastrutture.

22:00 31 Mag 2018

21:51 31 Mag 2018
La lista dei ministri

Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico del Lavoro e delle Politiche sociali
Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno

Riccardo Fraccaro, ministro dei Rapporti con il Parlamento e per la Democrazia diretta

Giulia Bongiorno, ministra della Pubblica amministrazione

Erika Stefani, ministra degli Affari regionali e Autonomie

Barbara Lezzi, ministra per il Sud

Lorenzo Fontana, ministro per la Famiglia e Disabilità

Paolo Savona, ministro delle Politiche europee

Enzo Moavero Milanesi, ministro degli Esteri

Elisabetta Trenta, ministra della Difesa

Giovanni Tria, ministro dell’Economia

Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche agricole

Sergio Costa, ministro dell’Ambiente

Marco Bussetti, ministro dell’Istruzione

Alberto Bonisoli, ministro dei Beni culturali

Giulia Grillo, ministro della Salute

Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia

Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture e dei trasporti

Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio

21:47 31 Mag 2018

Sta parlando il presidente del Consiglio incaricato Conte.

21:40 31 Mag 2018

Il segretario del Quirinale ha annunciato che Conte ha ricevuto l’incarico e che tra poco comunicherà la lista dei ministri. Domani alle 16 si terrà il giuramento del governo.

21:38 31 Mag 2018

Carlo Cottarelli sta parlando a 1/2 h in più su Rai 3, programma condotto da Lucia Annunziata. Tra le altre cose, Cottarelli ha detto che negli ultimi giorni ha trovato Mattarella piuttosto sereno, nonostante le tensioni con Lega e Movimento 5 Stelle.

21:32 31 Mag 2018

Matteo Salvini sulla lista dei ministri del governo Conte.

21:14 31 Mag 2018

21:08 31 Mag 2018

Durante una sessione di domande e risposte tenuta a Bruxelles, il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, ha detto: «Gli italiani devono prendersi cura delle regioni povere dell’Italia. Questo significa più lavoro; meno corruzione; serietà. Li aiuteremo come abbiamo sempre fatto. Ma non si deve giocare a caricare di responsabilità l’Unione Europea. Un paese è un paese, una nazione è una nazione. I paesi vengono prima, poi viene l’Europa».

21:03 31 Mag 2018

Giuseppe Conte ha appena attraversato il cortile del Quirinale

20:59 31 Mag 2018

20:44 31 Mag 2018

Intanto Cottarelli continua a ricevere parole di stima da politici e giornalisti: alla fine della conferenza stampa al Quirinale è stato applaudito un po’ da tutti. Ora Gentiloni ha scritto questo:

20:36 31 Mag 2018

Maurizio Martina, segretario reggente del PD, sul nuovo governo Lega – Movimento 5 Stelle:

20:27 31 Mag 2018

Stanno girando diverse liste dei possibili ministri del governo Conte. Tutte prevedono Luigi Di Maio al Lavoro, Matteo Salvini all’Interno, Enzo Moavero Milanesi agli Esteri, Elisabetta Trenta alla Difesa, Giovanni Tria all’Economia e Paolo Savona alle Politiche europee, tra gli altri.

20:16 31 Mag 2018

Intanto, per chi si era appassionato agli aggiornamenti sulla crisi di governo in Spagna, ne abbiamo uno nuovo. I baschi del Partito Nazionalista Basco (PNV, di centrodestra) hanno confermato che domani voteranno a favore della mozione di sfiducia al governo spagnolo guidato dal primo ministro conservatore Mariano Rajoy. Il PNV si è aggiunto a diverse forze politiche – tra cui indipendentisti catalani e il partito di sinistra Podemos – che avevano già detto di voler appoggiare la mozione presentata dal leader del Partito Socialista (PSOE), Pedro Sánchez. 

Insomma: domani in Spagna potrebbe finire l’era di Mariano Rajoy, che governa il paese dal 2011. 

20:07 31 Mag 2018

Qualcosa in più su quello che ha detto oggi Giorgia Meloni, chiarendo la posizione di Fratelli d’Italia rispetto al nuovo governo. Dopo avere incontrato Matteo Salvini a Montecitorio, Meloni ha detto: «Non abbiamo mai chiesto di entrare nella squadra del nascente governo. Abbiamo detto e ribadiamo che più per patriottismo che per condivisione politica avremmo dato una mano a questo governo a nascere, perché l’Italia è sotto attacco».

20:00 31 Mag 2018

Anche ANSA, come la giornalista di La7 Alessandra Sardoni, dice che il governo giurerà domattina alle 11, mentre la fiducia alle Camere si voterà tra lunedì e martedì della prossima settimana.

19:55 31 Mag 2018
Ci sarà un governo Conte

• Alle 21 Giuseppe Conte è stato convocato al Quirinale per ricevere l’incarico di formare il governo;
• Intorno alle 18 e 30 Lega e Movimento 5 Stelle hanno raggiunto l’accordo che ha reso possibile la nascita del suo governo;
• In seguito all’accordo, Carlo Cottarelli, presidente del Consiglio incaricato da lunedì mattina, ha rimesso l’incarico al presidente della Repubblica poco prima delle 20;
• Fratelli d’Italia ha annunciato che si asterrà durante il voto di fiducia al governo Conte;
• Paolo Savona, il professore di economia che la Lega aveva candidato a ministro dell’Economia ed aveva subito il veto del presidente della Repubblica, dovrebbe diventare ministro delle Politiche europee;

19:48 31 Mag 2018

Il presidente Mattarella ha convocato Giuseppe Conte al Quirinale per le 21.

19:48 31 Mag 2018

Sta parlando il capo dell’ufficio stampa del Quirinale.

19:47 31 Mag 2018

Cottarelli ha detto che un governo politico è «la soluzione migliore» per il paese, poiché evita l’incertezza di nuove elezioni.

19:44 31 Mag 2018

Cottarelli: «Esprimo i miei migliori auguri al governo che spero si formerà e vi chiedo scusa se in questi giorni sono stato un po’ troppo silenzioso». Dopo aver terminato di parlare, Cottarelli ha ricevuto un applauso. I giornalisti presenti dicono che non era mai accaduto prima in una simile circostanza.

19:43 31 Mag 2018

Cottarelli: «Ringrazio le persone che si erano rese disponibili per far parte del governo e i dipendenti della Camera e delle altre istituzioni che mi hanno aiutato nel mio lavoro».

19:42 31 Mag 2018

Cottarelli: «Non risulta più necessario formare un governo tecnico e così ho rimesso al presidente della Repubblica il mandato che mi era stato affidato».

19:41 31 Mag 2018

Sta parlando Cottarelli.

19:40 31 Mag 2018

Alessandra Sardoni, giornalista di La7, dice che entro stasera dovrebbe essere conferito l’incarico a Giuseppe Conte e domattina alle 11 dovrebbe tenersi il giuramento dei ministri.

19:39 31 Mag 2018

Cottarelli ha ufficialmente rimesso il mandato al presidente della Repubblica.

19:39 31 Mag 2018

Sta parlando il segretario del Quirinale Zampetti.

19:31 31 Mag 2018

La7 ha un’anticipazione sui ministri del prossimo governo.

19:28 31 Mag 2018

Qui potete vedere la diretta dal Quirinale.

19:28 31 Mag 2018

Carlo Cottarelli è arrivato al Quirinale dove, tra pochi minuti, dovrebbe comunciare la rinuncia al suo mandato.

19:18 31 Mag 2018

Il primo post su Facebook di Salvini dopo aver raggiunto l'accordo con il Movimento 5 Stelle.

19:17 31 Mag 2018

Alle 19 e 30 Carlo Cottarelli dovrebbe salire al Quirinale per rimettere il suo mandato.

19:08 31 Mag 2018

La sala stampa del Quirinale è stata aperta, tra poco dovrebbe essere comunicato che Carlo Cottarelli rimeterrà il mandato per la formazione del governo.

18:59 31 Mag 2018

È uscito un comunicato congiunto di Salvini e Di Maio: «Ci sono tutte le condizioni per un governo politico Movimento 5 Stelle – Lega».

18:53 31 Mag 2018

Il nome che viene fatto come possibile ministro degli Esteri nell’accordo Lega – Movimento 5 Stelle è quello di Enzo Moavero Milanesi, che era ministro degli Affari Europei durante il governo Monti che, per usare un eufemismo, non era molto gradito proprio a Lega e Movimento 5 Stelle.

18:46 31 Mag 2018

Il presidente Carlo Cottarelli, secondo la giornalista Alessandra Sardoni, avrebbe avvertito i membri del suo potenziale governo che il suo tentativo è terminato.

18:43 31 Mag 2018

Rimane quindi questa sera e domattina per:

1. Rimettere il mandato di Cottarelli, attuale presidente del Consiglio incaricato;
2. Incaricare Giuseppe Conte e approvare la sua lista di ministri;
3. Far giurare il governo Conte;

18:41 31 Mag 2018

Il problema ora è di tempistica: venerdì pomeriggio e sabato, il presidente della Repubblica è impegnato nei festeggiamenti per il 2 giugno, quindi non potrà seguire l’insediamento del nuovo presidente del Consiglio e del suo governo. Qui trovate l’agenda del Quirinale di domani.

18:37 31 Mag 2018

Mentana riferisce anche l’orario della chiusura dell’accordo: 18 e 31.

18:35 31 Mag 2018

L’incontro Di Maio, Conte e Salvini è terminato e, secondo numerosi fonti giornalistiche, l’accordo sarebbe stato raggiunto.

18:35 31 Mag 2018

Giorgia Meloni annuncia che il suo partito, Fratelli d’Italia, si asterrà nel voto di fiducia per il governo Lega-Movimento 5 Stelle.

18:29 31 Mag 2018

Ci sono ben tre “momenti” in cui questi giorni ci hanno insegnato che le cose potrebbero andare male.

18:26 31 Mag 2018

Cinque anni fa.

18:23 31 Mag 2018

Secondo Alessandra Sardoni, Cottarelli ha lasciato il Quirinale senza aver rimesso il mandato di presidente del Consiglio incaricato.

18:19 31 Mag 2018

Fino a poco fa il Movimento 5 Stelle ha confermato la manifestazione del 2 giugno, che in origine era stata convocata per sostenere la messa in stato d’accusa di Mattarella. Ora, forse, cambierà toni e temi.

18:13 31 Mag 2018

In un post su Facebook, Matteo Salvini ha scritto che sono in corso le «ultime ore di lavoro per il governo». In allegato ha postato un video di propaganda contro i migranti.

18:09 31 Mag 2018

Il TG La7 ha ottenuto una foto dell’incontro fra Conte, Di Maio e Salvini. 

18:07 31 Mag 2018

Per chi se l’è chiesto, ecco il curriculum di Tria. Questo invece è un articolo che ha scritto qualche giorno fa in cui spiegava quale avrebbe dovuto essere la politica economica del governo M5S-Lega. 

18:03 31 Mag 2018

Paolo Celata del TG La7 dice che quasi tutti i ministri su cui Lega e M5S avevano trovato l’accordo saranno confermati, con alcune piccole eccezioni. Paolo Savona, l’economista sul cui nome si era incartato il tentativo precedente, sarà spostato dall’Economia agli Affari Europei. Il suo posto dovrebbe essere preso da Giovanni Tria, che insegna economia politica a Tor Vergata. Al ministero degli Esteri non dovrebbe esserci Luca Giansanti ma Enzo Moavero Milanesi, ex ministro degli Affari europei del governo Monti. 

17:58 31 Mag 2018

Alessandra Sardoni dice che Carlo Cottarelli si trova al Quirinale e fra poco potrebbe rimettere il mandato del suo “governo neutrale”. 

17:54 31 Mag 2018

Intanto Conte si è unito all’incontro fra Di Maio e Salvini. 

17:51 31 Mag 2018

Sembra che butti male per l’ingresso di Fratelli d’Italia nella nuova maggioranza. Ovviamente, tutto potrebbe cambiare fra quattro minuti.

17:48 31 Mag 2018

Una prova fotografica dell’arrivo di Giuseppe Conte a Montecitorio.

(ANSA/ANGELO CARCONI)

17:39 31 Mag 2018

Giuseppe Conte è arrivato a Montecitorio insieme ad Alfonso Bonafede del Movimento 5 Stelle. Intanto, sempre a Montecitorio, è ancora in corso l’incontro tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

17:24 31 Mag 2018

Giovanni Tria, secondo la Stampa, è il candidato ministro dell’Economia su cui hanno trovato l’accordo Movimento 5 Stelle e Lega.

17:24 31 Mag 2018

Oggi è girata molto la notizia che Claudio Borghi, dirigente della Lega e sostenitore dell’uscita dall’euro, ha investito i suoi risparmi in titoli di stato stranieri (che, diciamo, non è proprio molto confortante).

17:20 31 Mag 2018

Mentre ci si avvicina all’accordo sul governo si avvicinano anche i dazi del governo americano sull’Unione Europea: entreranno in vigore a partire da mezzanotte e qui trovate tutto quello che bisogna sapere.

17:18 31 Mag 2018

Qui trovate l’articolo della Stampa in cui si dice che l’accordo tra Movimento 5 Stelle e Lega sarebbe stato raggiunto. Come ministro dell’Economia viene citato Giovanni Tria, professore di economia dell’Università di Tor Vergata. 

17:13 31 Mag 2018

Crosetto, importante dirigente di Fratelli d’Italia.

17:06 31 Mag 2018

17:06 31 Mag 2018

Diversi giornalisti notano che nessuno sa dove sia il possibile presidente del Consiglio del futuro governo, Giuseppe Conte.

17:04 31 Mag 2018

Questa nuova alleanza a tre, Lega, Movimento 5 Stelle e Fratelli d’Italia, ha ovviamente un bel problema da risolvere: il famoso “contratto”, cioè il programma di governo. Crosetto, dirigente di Fratelli d’Italia, dice che il suo partito vorrà apportare qualche cambiamento, mentre dal Movimento 5 Stelle fanno sapere che l’alleanza sarà possibile solo se il programma sarà firmato così com’è da Fratelli d’Italia.

16:42 31 Mag 2018

Il capo dei social media manager di Matteo Salvini fotografa dall’alto il giornalista di La7 Paolo Celata che sta parlando di Matteo Salvini.

16:35 31 Mag 2018

Oggi Giorgia Meloni ha detto di voler entrare a far parte del governo Lega – Movimento 5 Stelle, che sarebbe guidato da Giuseppe Conte. Appena una settimana fa, però, definivia Conte «Conte è un tecnico di sinistra amico della Boschi e Napolitano».

16:17 31 Mag 2018

Ora, sui giornali e siti internet circola una nuova voce: il professor Paolo Savona non sarebbe disponibile ad accettare alcun incarico che non fosse quello di ministro dell’Economia.

16:07 31 Mag 2018

Non male la copertina dell’Economist di questa settimana.

16:01 31 Mag 2018

Secondo l’Huffpost, nell’incontro con Salvini Di Maio ha messo il veto all’ingresso di Fratelli d’Italia nella maggioranza.

15:45 31 Mag 2018

La senatrice del Movimento 5 Stelle Elena Fattori, considerata una sorta di “dissidente interna” ha scritto su Facebook che il governo può essere solo tra Lega e Movimento 5 Stelle, la presenza di Fratelli d’Italia farebbe saltare l’accordo.

15:35 31 Mag 2018

Secondo fonti del Movimento 5 Stelle citate da giornali e agenze, l’accordo finale con la Lega di Matteo Salvini potrebbe essere raggiunto già questa sera oppure domani.

15:25 31 Mag 2018

Crosetto è un importante dirigente di Fratelli d’Italia e smentisce la voce che Fratelli d’Italia avrebbe chiesto un ministero per appoggiare il governo Lega – Movimento 5 Stelle.

15:09 31 Mag 2018

Tutti i giornali e le agenzie dicono che l’incontro tra Salvini e Di Maio è in realtà cominciato soltanto ora, dopo l’incontro tra il solo Salvini e Giorgia Meloni.

15:03 31 Mag 2018

Nel frattempo la Corte d’Appello di Milano ha confermato la sentenza di assoluzione per i sei carabinieri e due poliziotti accusati di aver ucciso Giuseppe Uva nel 2008.

15:01 31 Mag 2018

Voci del Movimento 5 Stelle riportate dalla agenzie riferiscono che il partito sarebbe contrario a dare un ministero a Giorgia Meloni e a Fratelli d’Italia.

14:58 31 Mag 2018

Dove siamo? Sempre lì. Lega, Movimento 5 Stelle e, oggi, anche Fratelli d’Italia, stanno discutendo della possibilità di accordarsi per formare un governo politico. Nel frattempo, il presidente incaricato Cottarelli è in attesa con la lista dei ministri del suo “governo neutrale” pronta ad essere presentata al presidente della Repubblica.

14:55 31 Mag 2018

Giuseppe Conte, professore di diritto e candidato presidente del Consiglio di Lega e Movimento 5 Stelle, nel polo di Novoli dell’Università di Firenze (LaPresse – Pietro Masini)

14:50 31 Mag 2018

Ora diversi media riportano di un incontro tra Salvini e Meloni alla Camera (poco fa veniva riferito di un incontro a cui stava partecipando anche Di Maio).

14:44 31 Mag 2018

14:22 31 Mag 2018

Non è chiaro, ma sembra che Salvini, Di Maio e Meloni siano in riunione alla Camera. Alcuni riportano che alle 15 dovrebbe arrivare anche Conte.

14:20 31 Mag 2018

12:55 31 Mag 2018
Il punto alle 13

La situazione non è cambiata: Lega e Movimento 5 Stelle sono tornati a trattare sulla possibile formazione di un governo politico. Salvini, che ha annullato una serie di comizi in Lombardia, è diretto a Roma, dove dovrebbe incontrarsi con Di Maio e forse con Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, che ha annullato i suoi appuntamenti in Puglia.

Nel frattempo rimane “congelato” il presidente del Consiglio incaricato Carlo Cottarelli, chiamato a risolvere la crisi domenica sera dal presidente Mattarella, ma il cui “governo neutrale” è stato messo in pausa prima della presentazione della lista dei ministri per verificare se non è invece possibile far nascere un governo politico. 

12:46 31 Mag 2018

Le Point è un settimanale francese e probabilmente non serve che traduciamo il titolo.

12:42 31 Mag 2018

Quale segnale sul futuro del governo può essere nascosto nell'ultimo post su Facebook di Matteo Salvini?

12:24 31 Mag 2018

Contrariamente a quanto era stato detto questa mattina, Giuseppe Conte (candidato di Lega e Movimento 5 Stelle all’incarico di presidente del Consiglio) non è andato a Roma, ma si trova a Firenze dove sta svolgendo regolarmente lezione. Alcuni scrivono che partirà per Roma nel pomeriggio.

12:23 31 Mag 2018

12:23 31 Mag 2018

L’ex segretario del PD ha commentato così gli ultimi dati ISTAT sul lavoro (che raccontano una storia più complessa di come potrebbe sembrare in apparenza).

12:05 31 Mag 2018

La grande questione di queste ore, in cui sembra che la crisi possa risolversi semplicemente spostando Paolo Savona, il professore no-euro su cui Mattarella ha messo il veto, in un altro ministero.

11:51 31 Mag 2018

Il Movimento 5 Stelle ora ha un bel problema da gestire: pochi giorni fa avevano convocato per il 2 giugno una manifestazione contro il presidente della Repubblica e a favore della sua messa in stato di accusa. Ora però che Di Maio ha rinunciato al cosiddetto “impeachment” ed è tornato a trattare con il presidente resta il problema della manifestazione convocata per il 2 giugno.

Sul blog del Movimento, Riccardo Fraccaro, deputato e collaboratore di Di Maio, ha cercato di dare una nuova lettura alla manifestazione: «Siamo in un momento storico, dobbiamo passare dalla seconda alla terza repubblica. Per questo ci dobbiamo riunire e vorremmo che veniste tutti a Roma sabato 2 giugno per sventolare insieme la bandiera italiana».

11:39 31 Mag 2018
Il punto

In tarda mattinata o nel primo pomeriggio è atteso un nuovo incontro tra il capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il segretario della Lega che oggi ha annulato tutti gli impegni della campagna elettorale per tornare a Roma e trattare sulla possibilità di un nuovo governo tecnico. 

All’incontro potrebbe partecipare anche Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia. Meloni ha annullato tutti gli impegni della campagna elettorale in Puglia ed è rimasta a Roma. Ieri aveva detto, per la prima volta, di essere disponibile a entrare nel governo Lega-Movimento 5 Stelle.

11:14 31 Mag 2018

Alcuni, come il giornalista del Corriere Tommaso Labate, sostengono che simile insoddisfazione, anche se non altrettanto grave, ci sarebbe anche all’interno della Lega. Roberto Calderoli, ad esempio, ieri non avrebbe apprezzato che Salvini fosse in Toscana e Liguria a fare comizi, invece che a Roma a trattare.

L’insoddisfazione sarebbe anche legata alla base della Lega che in alcune regioni non sarebbe del tutto soddisfatta dal ritorno alla retorica anti-euro e anti-Germania. 

11:08 31 Mag 2018

Tutti i principali quotidiani riportano che, come era prevedibile, ieri, nel corso di una serie di riunioni del Movimento 5 Stelle, la leadership di Di Maio è stata per la prima volta apertamente criticata.

I quotidiani fanno i nomi di diversi esponenti, anche piuttosto conosciuti, che avrebbero attaccato la gestione Di Maio, non solo per i risultati, ma anche per il fatto che i parlamentari non sono quasi mai stati interpellati e l’intera vicenda è stata gestita da Di Maio e un ristretto gruppo di consiglieri.

Di Maio ha dovuto restare sulla difensiva e diverse agenzie e giornali oggi riportano che durante una riunione con i gruppi parlamentari ieri sera, Di Maio avrebbe ammesso alcune colpe e avrebbe detto: «Ci hanno fregato tutti? Preferisco passare per brava persona che per furbo».

10:53 31 Mag 2018

Il Corriere della Sera ha pubblicato le foto del muro della sede della Lega in via Bellerio a Milano, da dove è sparita la scritta “Basta euro”.

10:43 31 Mag 2018

Oggi sono usciti i nuovi dati ISTAT sul lavoro e diversi dirigenti del PD hanno colto l’occasione per sottolineare come l’operato dei loro governi continui a produrre risultati positivi. Dario Di Vico, giornalista del Corriere della Sera esperto di lavoro, spiega però che quel che ci dicono i dati non è del tutto positivo.

10:34 31 Mag 2018

Intanto un altro paese europeo ha un serio problema con il suo governo: è la Spagna, dove oggi si è iniziata a discutere in Parlamento una mozione di sfiducia al governo guidato dal primo ministro conservatore Mariano Rajoy. La mozione è stata presentata dal leader del Partito Socialista spagnolo, Pedro Sánchez, dopo una serie di condanne per corruzione di diversi esponenti del Partito popolare, forza a cui appartiene Rajoy. In Spagna la mozione di sfiducia è di tipo “costruttivo”: significa che la sua approvazione implica automaticamente la sostituzione del vecchio primo ministro con uno nuovo, che in questo caso sarebbe Sánchez.

Non è ancora chiaro se la mozione di sfiducia otterrà in Parlamento la maggioranza richiesta per essere approvata: si sa che sarà appoggiata dal partito di sinistra Podemos e dagli indipendentisti catalani di Esquerra Republicana (ERC, di sinistra). Nelle ultime ore sembra che un altro partito indipendentista catalano, il PDeCAT (di centrodestra), abbia deciso di appoggiare la mozione di sfiducia e abbia fatto pressioni sul Partito Nazionalista Basco (PNV, di centrodestra) per fare altrettanto. Con questi voti la mozione di Sánchez dovrebbe passare, ma per il momento sono solo ipotesi.

10:28 31 Mag 2018

Lo spread intanto, dal record di 300 punti base toccato nei giorni scorsi, è sceso fino a 230.

10:27 31 Mag 2018

La presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni ieri aveva detto di essere disponibile a entrare in un governo Lega – Movimento 5 Stelle. 

10:14 31 Mag 2018

Una tema molto interessante che probabilmente sarà ulteriormente sviluppato nelle prossime settimane è il rapporto tra le posizioni anti-euro e anti-Germania della Lega e gli interessi materiali e i legami culturali della base leghista, ad esempio l’imprenditoria veneta.

10:05 31 Mag 2018

Di fatto ci sono due governi pronti o quasi pronti a partire (da qui il titolo del live blog). Da un lato c’è il “governo neutrale” di Carlo Cottarelli, che secondo giornali e agenzie ha oramai pronta la lista dei ministri.

Dall’altro c’è il governo politico di Lega e Movimento 5 Stelle, che dovrebbe essere guidato da Giuseppe Conte e la cui lista dei ministri è quasi completa. L’unico nodo che rimane da risolvere è quello di Paolo Savona, che la Lega vorrebbe al ministero dell’Economia ma su cui il presidente della Repubblica ha messo il veto.

09:51 31 Mag 2018

Qualcosa si muove sul fronte della Lega: Matteo Salvini ha annullato tutti gli impegni per tornare a Roma.

09:50 31 Mag 2018

Nel frattempo, Giuseppe Conte è stato brevemente intervistato da un giornalista di Corriere.it e ha rilasciato una sola dichiarazione relativa al suo possibile governo: «Di no-euro mai si è parlato».

09:38 31 Mag 2018

Dare un’occhiata all’agenda di Salvini è un buon esercizio per comprendere il suo stile di leadership. Ieri, ad esempio, ha fatto cinque comizi: ha iniziato a Pisa, poi è stato a Massa Carrara, Sarzana, Sestri Levante e infine, alle 18 e 30, a Imperia. Oggi ne ha in agenda nove: Bareggio, Arese, Lazzate, Cogliate, Seveso, Seregno, Brugherio, Calolziocorte e infine, alle 21, Sondrio.

09:28 31 Mag 2018

Riposizionamenti in corso!

09:28 31 Mag 2018

A proposito di spread: sembra che le cose si stiano mettendo molto meglio di qualche giorno fa. È in calo anche oggi ed è sceso a circa 250 punti base.

09:22 31 Mag 2018

E proprio come nel 2011 non solo è tornato lo spread, ma sono tornati anche gli avvisi a pagamento degli imprenditori che, sui grandi quotidiani, spiegano ai politici come uscire da questa situazione.

09:21 31 Mag 2018

Un punto importante che molti giornalisti fanno notare in queste ultime ore è quello della data delle elezioni. Movimento 5 Stelle e Partito Democratico hanno entrambi detto, in settimana, che per loro l’ideale sarebbe andare tra la fine di luglio e la prima settimana di agosto. La Lega invece preferirebbe andare al voto a settembre od ottobre.

Per andare al voto immediatamente, però, c’è bisogno di sciogliere il Parlamento questa settimana, altrimenti, visto che servono 60 giorni per andare al voto, non si farebbe in tempo: tutti sono d’accordo nel dire che non è possibile votare nel mezzo di agosto, con buona parte del paese in vacanza. È quindi possibile che Salvini stia tenendo aperte le trattative solo per far tramontare definitivamente l’ipotesi di un voto a luglio o agosto?

09:13 31 Mag 2018

La Repubblica decide invece di criticare Movimento 5 Stelle e Lega con un duro editoriale del direttore Mario Calabresi intitolato, appropriatamente, “Il giorno della marmotta”.

In Italia in questo momento ci sono tre governi e nessun governo. Gentiloni e soci hanno fatto gli scatoloni, i saluti di rito, ma non riescono ad andare a casa. La lista dei ministri di Carlo Cottarelli è pronta ma è congelata in attesa di capire finalmente cosa pensa Salvini. Il governo Conte, liquidato domenica scorsa, è invece tornato in campo con il possibile spostamento di Savona ad altro ministero.

È una situazione surreale, ogni mattina da 88 giorni ci svegliamo e assistiamo attoniti a piroette e giravolte di cui tutti paghiamo un prezzo, non solo economico ma di credibilità e fiducia. Sembra di vivere nel giorno della marmotta, in cui gli eventi si ripetono sempre uguali. Di Maio e Salvini chiedono alternativamente di dar vita a un governo, poi le elezioni, poi di nuovo un governo politico.

Assistiamo a prove di forza inutili e sterili e si è perso il conto dei voltafaccia, ma tutti proviamo stanchezza e sfinimento. Questa politica in campagna elettorale permanente, schiava dei social media, obbligata a dichiarare ogni mezz’ora, non è capace né di visione né di compromessi. E ha messo a dura prova la stabilità del Paese, distruggendo quel patrimonio di credibilità che a fatica avevamo recuperato.

La pazienza di Mattarella e la capacità di passare sopra le minacce e i peggiori insulti sono quasi eroiche, ma lo spettacolo è indecente. Salvini e Di Maio promettevano il governo del cambiamento, per ora ci hanno regalato solo ansia e paura e hanno coltivato rabbia e frustrazione. Questa mattina scopriremo se il film è cambiato o se l’irresponsabilità è il loro Dna.

09:11 31 Mag 2018

Ora che il Movimento 5 Stelle ha ritirato la sua proposta di mettere in stato di accusa il presidente della Repubblica ed è tornato a trattarlo con deferenza, anche i commentatori dei principali quotidiani hanno cambiato argomento. Sul Corriere della Sera, ad esempio, nell’editoriale di prima pagina Ernesto Galli della Loggia parla delle radici “costituzionali” della crisi di questi giorni.

Il confronto non proprio diplomatico tra il Quirinale e la coalizione incaricata di formare il governo a proposito della nomina del professor Paolo Savona a ministro dell’Economia ha messo ancora una volta in luce i limiti e la fragilità della seconda parte della nostra Costituzione, quella che riguarda l’ordinamento della Repubblica. In particolare laddove si parla dei poteri politico-istituzionali e dei rapporti tra questi.

09:06 31 Mag 2018

Qui trovate le prime pagine dei giornali di oggi, che aprono quasi tutti con il ritorno alla trattativa di ieri. Il Corriere dice che sarà l’ultima, ma sembra più un augurio che una previsione.

09:04 31 Mag 2018

Buongiorno! Sono passati 88 giorni dalle elezioni e oggi chi chiediamo: sarà governo Conte o governo Cottarelli? 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.