• Sport
  • lunedì 14 maggio 2018

Cosa resta da decidere in Serie A

Lazio e Inter si giocano l'ultimo posto in Champions League, Atalanta e Fiorentina l'ultimo in Europa League: e cinque squadre vorranno evitare l'ultima retrocessione

Borja Valero durante l'ultimo Inter-Lazio (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Dopo la penultima giornata di Serie A la Juventus è matematicamente campione d’Italia con un turno di anticipo, anche se la sua vittoria sembrava fuori discussione da due settimane, visto il vantaggio guadagnato in classifica sul Napoli. La penultima giornata di campionato ha anche assicurato alla Roma un posto in Champions League, oltre a quelli già sicuri di Juventus e Napoli; anche il Milan, con il pareggio a Bergamo contro l’Atalanta, è certo della qualificazione alla prossima edizione dell’Europa League.

 1) Juventus – 92
 2) Napoli – 88
 3) Roma – 74
 4) Lazio – 72
————————————————  ↑ Champions League
 5) Inter – 69
 6) Milan  – 61
 7) Atalanta – 60
————————————————   ↑ Europa League
 8) Fiorentina – 57
 9) Sampdoria – 54
 10) Torino – 51
 11) Sassuolo – 43
 12) Genoa  – 41
 13) Bologna – 39
 14) Udinese – 37
 15) Chievo Verona – 37
 16) Cagliari – 36
 17) Spal – 35
————————————————   ↓ Serie B
 18) Crotone – 35
 19) Hellas Verona – 25 *
 20) Benevento – 21 *

Domenica prossima, nell’ultima giornata della stagione, rimangono da decidere tre cose: l’ultimo posto in Champions League, l’ultimo posto in Europa League e l’ultima retrocessione.

Partendo dalla Champions League, il quarto e ultimo posto disponibile se lo contenderanno Lazio e Inter: e giocano contro, peraltro, domenica alle 20.45 allo Stadio Olimpico di Roma. La Lazio è quarta in classifica con 72 punti mentre l’Inter è quinta con 69 punti. Per qualificarsi alla Champions League la Lazio ha disposizione due risultati su tre: la vittoria e il pareggio. L’Inter invece può solo vincere, dato che all’andata finì 0-0 e in caso di pari merito l’Inter avrebbe il vantaggio della vittoria nello scontro diretto.

Ciro Immobile tra Davide Santon e Milan Skriniar (Marco Rosi/Getty Images)

Per quanto riguarda l’ultimo posto in Europa League, se lo giocheranno a distanza Atalanta e Fiorentina. L’Atalanta è settima con 60 punti mentre la Fiorentina è subito dietro con 3 punti di distanza. Sia all’andata che al ritorno le due squadre hanno pareggiato 1-1 e la differenza reti vede l’Atalanta a +19 e la Fiorentina a +12. Questo vuol dire che per la Fiorentina le speranze di qualificarsi sono minime: non può fare altro che vincere con un ampio margine e sperare in una larga sconfitta dell’Atalanta.

Con Benevento ed Hellas Verona già retrocesse, Crotone, Spal, Cagliari, Chievo e Udinese cercheranno di evitare di finire al terzultimo posto e di scendere quindi in Serie B. A Chievo e Udinese basta un pareggio per la salvezza e proveranno ad ottenerlo rispettivamente contro Benevento e Bologna. Crotone, Spal e Cagliari, invece, che sono divise da un solo punto, dovranno cercare di ottenere il massimo nelle partite contro Napoli, Sampdoria e Atalanta. Il Crotone, attualmente terzultimo con 35 punti, è quella che rischia di più, dato che dovrà giocarsi la salvezza contro il Napoli.