Viti sulle colline di Bullenheimer Berg, in Germania, 25 ottobre 2015. (Karl-Josef Hildenbrand/picture-alliance/dpa/AP Images)
  • mini
  • sabato 23 settembre 2017

Le previsioni del tempo

Dove pioverà e dove no, insomma: che poi è l'unica cosa che interessa davvero a tutti

Viti sulle colline di Bullenheimer Berg, in Germania, 25 ottobre 2015. (Karl-Josef Hildenbrand/picture-alliance/dpa/AP Images)

Se l’autunno fosse sempre come è iniziato in questi giorni, sarebbe tutto molto più facile. Invece domani, già dalla mattina, sarà una domenica di pioggia: almeno in parte del nord e del centro Italia. Ne arriveranno certo di ancora più fredde e piovose, ma volendo è già una buona occasione per ripensare all’estate appena finita e alle cose per cui, forse, si farà ricordare. Alla fine, dicono, ci si affeziona sempre a tutto, forse persino a “Despacito”. Se così dovesse essere, qui ci sono un po’ di canzoni di tutt’altro livello per tirarvi su di morale.

Entrando un po’ più nello specifico sul meteo di domani: al Nord dovrebbe piovere in Friuli Venezia Giulia e Veneto, ma le previsioni dicono che la giornata finirà meglio di come sarà iniziata. Potrebbe piovere anche in parte della Toscana e nell’Umbria settentrionale. Al sud dovrebbe piovere in Puglia e Sicilia. Nella maggior parte delle regioni italiane, le temperature minime non cambieranno molto rispetto a quelle di oggi, mentre le massime saranno – stanno per arrivare tre parole bruttissime – «in sensibile diminuzione» in Trentino, Emilia Romagna, Toscana, Sicilia, Calabria e Puglia.

La mappa arriva dal sito dell’Aeronautica militare, quello che dovete visitare se volete previsioni affidabili e stare alla larga da allarmismi inutili. Se volete consultare le temperature previste, l’umidità e i venti potete cliccare sulla freccia a destra verso il basso.

(Informazioni elaborate dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare e pubblicate sul sito www.meteoam.it)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.