(Chris Trotman/Getty Images for USTA)
  • Sport
  • giovedì 7 Settembre 2017

Stanno per finire gli US Open

Oggi si giocano le semifinali femminili, domani quelle maschili: e ci sono state già grandi storie e ritorni notevoli

(Chris Trotman/Getty Images for USTA)

La fase dei quarti di finale degli US Open, uno dei quattro tornei di tennis più importanti del mondo, si è chiusa con un risultato notevole: l’ex promessa del tennis mondiale Juan Martin del Potro ha battuto uno dei più forti di sempre, Roger Federer, in un incontro dai moltissimi significati. Del Potro aveva ottenuto una vittoria così importante su Federer solamente una volta: nel 2009, proprio nella finale degli US Open. Quel titolo è rimasto l’unico Slam vinto da del Potro, che negli anni successivi ha avuto diversi infortuni e problemi fisici: «non riesco a credere di essere tornato dopo tutti quegli infortuni e interventi chirurgici», ha detto lui stesso dopo la gara. Nella prima delle due semifinali, che si giocheranno domani, incontrerà Rafael Nadal: un altro fortissimo ed esperto tennista che sembra tornato ai livelli di qualche anno fa.

La vittoria di del Potro su Federer non è stato l’unico momento notevole nel torneo di quest’anno: abbiamo assistito fra le altre cose all’assurda squalifica di Fabio Fognini, al rientro di Maria Sharapova dopo la squalifica per doping e alla straordinaria rimonta dello stesso del Potro agli ottavi di finale contro Dominic Thiem. Oggi inoltre si giocheranno le semifinali del torneo femminile, le prime a cui partecipano quattro tenniste americane dal 1981: ci sarà anche Venus Williams, che se batterà Sloane Stephens potrebbe accedere alla finale esattamente vent’anni dopo la prima che ha disputato nella sua carriera, agli US Open del 1997.