• Sport
  • sabato 2 settembre 2017

Fabio Fognini è stato espulso dagli US Open per gli insulti sessisti alla giudice Louise Engzell

La Federazione Internazionale Tennis (ITF) ha escluso dagli US Open il tennista italiano Fabio Fognini per via degli insulti sessisti rivolti alla giudice di sedia Louise Engzell nel corso del primo turno del torneo singolare, giocato mercoledì scorso contro l’italiano Stefano Travaglia. L’esclusione — che è ancora soggetta ad accertamenti per altre possibili offese rivolte a Engzell — è valida anche per le prossime edizioni del torneo e, se aggravata dalle indagini in corso, potrebbe essere estesa agli altri tornei dello Slam. Ha inoltre effetto immediato, e quindi Fognini non potrà proseguire il torneo del doppio con il connazionale Simone Bolelli, con cui si trovava al terzo turno del tabellone.

Durante il terzo set del match contro Travaglia, Fognini aveva ripetutamente detto a Engzell «sei una troia» e «brutta bocchinara». Aveva poi pubblicato un messaggio di scuse dal suo profilo Instagram: la ITF ha deciso comunque di escluderlo dal torneo in aggiunta alla multa di 24.000 dollari e alla restituzione di 72.000 dollari in premi stabilite nei giorni scorsi per “generica condotta antisportiva”.

(Rob Carr/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.