Las Vegas senza casinò

Foto che sembrano scenografie bizzarre e provvisorie, diverse dall'eccentrica vita notturna a cui siamo abituati

the strip

Casinò, hotel, gioco d’azzardo, matrimoni celebrati da gente vestita da Elvis, edifici tamarri e ancora casinò: sono le immagini più comuni che arrivano da Las Vegas e di conseguenza il modo in cui conosciamo la città. Il fotografo Ed Peters, del New Jersey, ha fotografato invece le sue strade di giorno, piene di sole, colori molto pop e gente di passaggio. Dice di avere l’impressione di aver fotografato una serie di «scenografie bizzarre e provvisorie in cui gli attori appaiono brevemente per poi uscire di scena», e in un certo modo è così: «Las Vegas è piena di persone di passaggio, e gli edifici sono noti per la loro temporaneità. Per questo dovrò forse accontentarmi di aver catturato solo una sottile fetta temporale di questa città così surreale».

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.