(Spencer Platt/Getty Images)
  • Mondo
  • giovedì 15 Settembre 2016

New York ha un problema con il WiFi pubblico

Le persone usano le colonnine con gli schermi per guardare film porno e ascoltare musica per ore, creando qualche problema: il servizio sarà sospeso

(Spencer Platt/Getty Images)

CityBridge, la società che ha installato a New York le 400 colonnine per usare liberamente internet che da qualche mese hanno sostituito le vecchie cabine telefoniche, ha detto che disattiverà l’opzione per la navigazione su internet direttamente dalle colonnine. Diversi cittadini hanno segnalato infatti usi scorretti e fastidiosi delle colonnine, tra cui persone che rimanevano lì per ore per guardare film porno o ascoltare musica.

Homeless New Yorkers Use WiFi Kiosks To Stay Connected(Spencer Platt/Getty Images)

Le 400 colonnine del progetto LinkNYC forniscono WiFi gratuito, possibilità di fare telefonate nazionali gratuite e anche un piccolo schermo per la navigazione su internet direttamente dalla colonnina. Diverse persone hanno segnalato però che quest’ultima funzione veniva spesso abusata da persone che rimanevano anche diverse ore a guardare film e ascoltare musica, compresi diversi senzatetto che la usavano per guardare film porno. Questo tipo di utilizzo rendeva di fatto inaccessibili le colonnine per molti utenti, sia perché erano “occupate” sia perché chi sostava alle colonnine per diverse ore spesso sporcava l’area intorno rendendola sgradevole.

La rappresentante di un’associazione di negozianti preoccupati dai comportamenti causati dalle nuove colonnine ha detto al New York Times che «le persone si ritrovano intorno a queste colonnine al punto da portare mobili e costruire piccoli accampamenti»; il consigliere comunale Corey Johnson ha invece spiegato che i chioschi sono spesso monopolizzati da persone che si creano spazi quasi domestici, ascoltano musica ad alto volume, bevono e guardano film porno.

Homeless New Yorkers Use WiFi Kiosks To Stay Connected(Spencer Platt/Getty Images)

CityBridge, dopo aver parlato anche con l’ufficio del sindaco di New York Bill de Blasio, ha detto che da venerdì sospenderà la possibilità di navigare online direttamente dalle colonnine e poi proverà a studiare sistemi per riattivarla prevenendo abusi e usi scorretti: si è parlato per esempio di un limite temporale alla navigazione. Le altre funzioni previste dalle colonnine non verranno toccate, compresa la possibilità di usare il WiFi collegandosi con uno smartphone o un tablet.

Al momento le colonnine installate a New York sono 400 nei quartieri di Manhattan, Brooklyn e Queens, ma il progetto prevede che diventino diverse migliaia e che raggiungano col tempo tutti i quartieri della città.