(Clementine Schneidermann)
  • Cultura
  • venerdì 9 Settembre 2016

Un festival di libri di fotografia

Si terrà a Punta Secca, in Sicilia, dal 9 all'11 settembre: ci saranno mostre, workshop e importanti autori come il presidente di Magnum, Martin Parr

(Clementine Schneidermann)

Dal 9 all’11 settembre a Punta Secca, in provincia di Ragusa, in Sicilia, si potrà visitare la seconda edizione del festival “Gazebook: Sicily photobook”, dedicato in particolare ai libri di fotografia: ci saranno mostre, incontri con i professionisti del settore e workshop.

Tra le cose da segnalare, Olivia Arthur dell’agenzia Magnum racconterà la sua carriera di fotografa e cofondatrice della casa editrice indipendente Fishbar. Sua è anche la mostra Stranger: l’8 aprile del 1961 il MV Dara, una nave che trasportava i passeggeri tra India, Pakistan e Golfo Persico, affondò fuori dal porto di Dubai. Morirono più di 200 persone, ma non tutti i corpi furono ritrovati. Nel suo lavoro Arthur immagina un sopravvissuto che torna a Dubai cinquant’anni dopo.

Martin Parr, attuale presidente dell’agenzia Magnum, chiuderà il festival con una retrospettiva sui suoi libri più famosi, tra cui Last resort e Common sense. E poi si potrà incontrare il fotografo austriaco Klaus Pichler (di cui abbiamo parlato qui) e vedere le mostre dei fotografi emergenti Pietro Firrincieli, Clémentine Schneidermann, Esa Ylijaasko e Václav Tvarůžka, tra gli altri.

Il progetto Until Proven Otherwise di Francesca Serravalle riflette invece su quelle che vengono considerate le prime fotografie di qualcosa, che si tratti di sperimentazioni artistiche, scoperte scientifiche o tecnologiche, paesaggi storici o luoghi mai visti prima: Serravalle ne ha raccolte un centinaio (mettendoci tre anni di ricerca) e ha cercato di provarne l’autenticità. Il progetto sarà esposto come installazione lungo le strade e le spiagge di Punta Secca.