Lo stadio Mingtang a Ezhou - 6 luglio 2016 (Imagechina via Ap Images)
  • Mondo
  • giovedì 7 Luglio 2016

Le foto delle alluvioni in Cina

Più di 180 persone sono morte e 1,4 milioni sono state sfollate nel sud del paese, dove piove da giorni

Lo stadio Mingtang a Ezhou - 6 luglio 2016 (Imagechina via Ap Images)

Nella Cina meridionale più di 180 persone sono morte a causa delle intense alluvioni degli ultimi giorni, che hanno interessato soprattutto le aree intorno al Fiume Azzurro, il più lungo dell’Asia e tra i più importanti di tutto il paese. I media locali stimano che le alluvioni abbiano coinvolto una porzione di territorio che si estende in 26 province in cui vivono circa 32 milioni di persone. Secondo le informazioni più recenti diffuse dal governo cinese, i morti sono 186 e si parla di almeno 45 persone disperse. Le inondazioni, dovute alle piogge copiose cadute nell’ultima settimana, hanno reso necessario lo sfollamento di oltre 1,4 milioni di persone. Strade, elettrodotti e altre infrastrutture hanno subito seri danni, così come almeno 56mila edifici. Mercoledì la situazione è peggiorata a causa di nuove piogge, salvo migliorare nelle ultime ore consentendo nuove operazioni di soccorso.

Il primo ministro della Cina, Li Keqiang, ha invitato comunque le autorità locali a intensificare le attività di soccorso, perché per i prossimi giorni sono previste nuove piogge. Sui social network cinesi sono state condivise migliaia di fotografie di strade ed edifici allagati, con l’invito alla popolazione di collaborare e dare una mano a chi è in difficoltà.