galles-belgio-streaming
(PASCAL PAVANI/AFP/Getty Images)
  • venerdì 1 luglio 2016

Come vedere Galles-Belgio in streaming o in tv

Inizia alle 21 ed è il secondo quarto di finale di Euro 2016: chi vince va in semifinale contro il Portogallo

galles-belgio-streaming
(PASCAL PAVANI/AFP/Getty Images)

Galles-Belgio è il secondo quarto di finale di Euro 2016: inizia alle 21 e si gioca a Lille, nel nord-est della Francia (quindi molto vicino al Belgio). Il Belgio è una delle quattro-cinque squadre che già prima dell’inizio degli Europei erano date per favorite. Ha iniziato male, perdendo 2-0 contro l’Italia, ma poi si è ripreso e ha giocato sempre meglio: agli ottavi di finale ha vinto 4-0 contro l’Ungheria, giocando molto bene. Il Galles è invece alla sua prima partecipazione agli Europei e arrivando ai quarti di finale ha già fatto più di quanto ci si aspettava facesse: è passato al primo posto in un girone difficile in cui c’erano Inghilterra, Russia e Slovacchia e ha finora ha sempre fatto delle buone partite. Il Galles si difende quando serve e riesce a fare efficaci azione in contropiede che gli permettono di sfruttare le qualità dei suoi due giocatori più forti: Gareth Bale, centrocampista offensivo del Real Madrid e Aaron Ramsey, centrocampista di 25 anni dell’Arsenal, molto bravo ad attaccare e con una buona visione di gioco. La vincente tra Galles e Belgio giocherà in semifinale contro il Portogallo, che ieri ha battuto la Polonia ai rigori.

Probabili formazioni

Galles: Hennessey, Gunter, Taylor, Davies, Chester, Williams, Allen, Ledley, Bale, Ramsey, Robson-Kanu.
Belgio: Courtois, Meunier, Alderweireld, Denayer, Jordan Lukaku, Witsel, Nainggolan, Mertens, De Bruyne, Hazard, Lukaku.

Come vedere la partita in streaming

Galles-Belgio sarà trasmessa dalla Rai su Raiuno e su Rai 4 (con commento della Gialappa’s Band) o in streaming sul sito Rai.tv e tramite l’applicazione per smartphone e tablet della Rai. Sky invece la trasmetterà su Sky Sport 1, su Sky Sport Mix (il canale 106 di Sky) e in streaming su SkyGo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.