Il primo graphic novel di Jules Feiffer

Cioè uno dei più importanti fumettisti americani dagli anni '70 in poi, che vinse un Pulitzer e un Oscar

È uscito per Rizzoli Lizard Kill my mother, il primo graphic novel di Jules Feiffer, scrittore, sceneggiatore e disegnatore americano nato nel 1929, e famoso soprattutto dagli anni Settanta in poi per le strisce a tema politico e satirico per cui vinse il premio Pulitzer nel 1986. Feiffer iniziò a 17 anni lavorando come assistente del fumettista Will Eisner, poi passò al Village Voice, lo storico settimanale di New York, e collaborò infine con il Los Angeles Times, il New Yorker, Playboy, Esquire e il New York Times. È anche autore del corto Munro, che ricevette il premio Oscar per il cortometraggio animato nel 1961.

La storia di Kill my mother (tradotto in italiano da Alessandro Mari) si svolge negli anni Trenta a Hollywood, e ha per protagoniste Annie, un’adolescente che odia sua madre, e sua madre Elsie, una vedova che lavora come segretaria per un detective privato alcolizzato. L’ambientazione ricorda i noir di Raymond Chandler, Dashiell Hammett e del cinema di quel periodo.
Queste sono le prime tavole del libro.