Jamala (MAJA SUSLIN/TT/AFP/Getty Images)

Jamala dell’Ucraina ha vinto l’Eurovision

A sorpresa: ha cantato “1944”, una canzone sulla deportazione dei Tatari di Crimea molto critica verso la Russia

Jamala (MAJA SUSLIN/TT/AFP/Getty Images)

La cantante ucraina Jamala ha vinto l’Eurovision Song Contest, nella finale che si è tenuta sabato sera a Stoccolma, in Svezia. Jamala, che rappresentava l’Ucraina, ha cantato la canzone “1944”, ha vinto con 544 punti, che erano assegnati in parte in base ai voti delle giurie nazionali in parte in base al televoto del pubblico. L’Australia è arrivata seconda, con la cantante Dami Im – nata in Corea del Sud – e la canzone “Sound of Silence”. Sergej Lazarev della Russia, che cantava “You Are the Only One” ed era dato per favorito prima della finale, è arrivato terzo. Francesca Michielin, che rappresentava l’Italia, è arrivata 16esima.

La canzone di Jamala parla della deportazione dei Tatari della Crimea compiuta dall’Unione Sovietica di Josip Stalin: nel 1944, circa 250mila persone di questo gruppo etnico, dopo essere stati accusati di collaborare con la Germania nazista, furono deportati dalla Crimea all’Uzbekistan, dove molti morirono per fame e malattie. La bisnonna materna di Jamala era una dei Tatari deportati, e il testo della canzone è stato giudicato da molti commentatori critico nei confronti della Russia: Jamala ha vinto a sorpresa, dato che tutti i bookmakers consideravano come strafavavorito Sergej Lazarev della Russia, la cui canzone ricordava quella che vinse l’Eurovision dell’anno scorso.

eurov-1
La classifica finale

Jamala ha 32 anni ed è nata a Oš, in Kirghizistan, ma la sua famiglia tornò in Crimea, dove aveva origine, quando lei era piccola. Il suo vero nome è Susana Jamaladinova, ed è una soprano con formazione lirica, ma sviluppò in fretta una passione per il jazz e il gospel. Negli anni Duemila ha partecipato a molti concorsi in tutta Europa, acquisendo una certa popolarità nel 2009, quando fu premiata al concorso russo “New Wave”. Negli ultimi anni ha cantato molto spesso in televisione in Ucraina, e aveva già provato a partecipare all’Eurovision nel 2011, quando però si ritirò per via di una polemica sul conteggio dei voti.

Durante la finale di sabato sera dell’Eurovision si è esibito anche il cantante americano Justin Timberlake, e hanno fatto uno sketch anche gli attori Ian McKellan e Derek Jacobi, che hanno interpretato i loro personaggi della serie tv Vicious.