(David Ramos/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 5 Aprile 2016

Barcellona-Atletico Madrid è finita 2 a 1

Hanno segnato Fernando Torres per l’Atletico e Luis Suarez per il Barcellona: l’Atletico ha giocato con un uomo in meno dal 35esimo minuto

(David Ramos/Getty Images)

Aggiornamento delle 22.45: Il Barcellona ha sconfitto 2 a 1 l’Atletico Madrid nell’andata dei quarti di finale di Champions League. Fernando Torres dell’Atletico ha segnato al 25esimo minuto su assist di Koke: dopo appena dieci minuti Torres si è fatto espellere, lasciando l’Atletico in dieci per tutto il resto della partita. Al 63esimo Luis Suarez ha pareggiato e dieci minuti dopo ha raddoppiato.

***

Barcellona-Atletico Madrid, la partita di andata tra due delle tre squadre spagnole ancora in corsa nei quarti di finale di Champions League, si giocherà stasera al Camp Nou di Barcellona. È probabilmente l’incontro più atteso di questo turno, perché giocato tra due squadre che da diversi anni sono stabilmente fra le prime d’Europa e competono fra di loro anche in campionato. Da una parte c’è il Barcellona, campione d’Europa in carica e, almeno sulla carta, la squadra più forte del mondo che in attacco può schierare tre giocatori fenomenali come Messi, Neymar e Suarez; dall’altra c’è l’Atletico Madrid allenato da Diego Pablo Simeone, una delle squadre fisicamente più forti e tenaci degli ultimi anni, sostenuta da una difesa che prende pochissimi gol e da un attacco molto efficiente. I pronostici sono generalmente a favore del Barcellona, perché gioca in casa e perché è il Barcellona, ma l’Atletico è una squadra che sotto la guida di Simeone ha saputo ribaltare le previsioni numerose volte. Le due squadre si incontrarono anche nei quarti di Champions del 2014: passò l’Atletico con un risultato complessivo di 2 a 1. L’ultima partita disputata da avversarie, giocata a fine gennaio, è stata vinta dal Barcellona con lo stesso risultato.

Barcellona
In questo momento è probabilmente la squadra più forte in Europa: da più di un anno ha trovato un sistema di gioco equilibrato ed efficace e molti considerano il suo trio di attaccanti il più forte nella storia del calcio (Lionel Messi, Neymar e Luis Suárez). Nell’ultima partita, il Classico contro il Real Madrid, il Barcellona è stato tuttavia sconfitto in casa per 2 a 1. Nel primo tempo il Barcellona ha giocato meglio ma non è riuscito a fare gol. Il gol del vantaggio è arrivato al 56esimo minuto, con un gol di testa del difensore Piqué.

 

Sei minuti dopo il Real Madrid ha pareggiato con Benzema e a pochi minuti dalla fine il Real Madrid, che giocava in dieci dopo l’espulsione di Sergio Ramos, ha realizzato il gol del 2 a 1 con Cristiano Ronaldo. È stato un risultato sorprendente, perché il Real Madrid, fino a sabato, era una squadra con molti campioni ma anche con molti problemi e poche speranze di vittoria nella Liga: lo stesso allenatore della squadra, Zinedine Zidane, aveva detto più volte che le possibilità di rimontare il Barcellona erano quasi nulle. I punti di vantaggio fra i due club restano sette, che sono tanti, ma dopo la sconfitta il discorso per la partita di stasera è più aperto.

Contro l’Atletico il Barcellona può schierare la formazione titolare: l’unico assente sarà il difensore Jérémy Mathieu, che verrà rimpiazzato da Javier Mascherano, come già successo nelle ultime partite.

Atletico Madrid
L’Atletico Madrid ha la miglior difesa del campionato spagnolo e nelle ultime 14 partite di Champions ha subìto solamente quattro gol. Nelle ultime cinque partite di campionato, poi, ha vinto quattro volte e ha perso solo un incontro, contro lo Sporting Gijon. Ha subito quattro gol e ne ha segnati quindici.

 

Nonostante la grande organizzazione difensiva dell’Atletico, l’attacco del Barcellona è troppo forte per poter pensare che non riesca a segnare almeno due gol tra l’andata e il ritorno. Come ha scritto Daniele Morrone sul sito Ultimo Uomo:

[…] La vera chiave della sfida sarà nelle mani dell’Atlético, o più concretamente nei piedi di Antoinne Griezmann. Come dimostrato anche dal doppio 0-0 degli ottavi, il francese è il giocatore chiave di questa sfida perché verosimilmente dalla sua prestazione dipenderà la possibilità o meno dell’Atlético di arrivare alla conclusione e quindi al gol. Trovare il modo di mettere in condizione Griezmann di arrivare in porta lucido sarà il problema tattico che non farà dormire Simeone.

Assieme a Griezmann, in attacco per l’Atletico dovrebbe giocare il belga Yannick Ferreira Carrasco. In difesa dovrebbe rientrare Diego Godin, giocatore fondamentale per il reparto difensivo della squadra.

Probabili formazioni

Barcellona (4-3-3) Ter Stegen; Jordi Alba, Piquè, Mascherano, Dani Alves; Iniesta, Rakitic, Busquets; Neymar, Messi, Suarez
Atletico Madrid (4-4-2) Oblak; Filipe Luis, Hernandez, Godin, Juanfran; Niguez, Fernandez, Gabi, Koke; Griezmann, Carrasco

Dove vedere la partita in televisione e in streaming

Sarà trasmessa in chiaro da Canale 5, anche in HD. Gli abbonati a Mediaset Premium invece potranno vederla sul canale Premium Sport 1 HD o in streaming su Premium Play.