(AP Photo/Thibault Camus)
  • Moda
  • martedì 22 marzo 2016

Armani non utilizzerà più la pelliccia

A partire dalla collezione autunno/inverno 2016: prima di lui hanno fatto lo stesso importanti stilisti come Stella McCartney, Hugo Boss e Ralph Lauren

(AP Photo/Thibault Camus)

La casa di moda italiana Armani smetterà di utilizzare nei suoi vestiti la pelliccia animale a partire dalla collezione per l’autunno/inverno 2016. La notizia è stata data da Wayne Pacelle, presidente e amministratore delegato della Humane Society of the United States, un’organizzazione no profit animalista. Pacelle ha pubblicato sul suo blog una dichiarazione di Giorgio Armani: «Il progresso tecnologico degli ultimi anni ci mette a disposizione alternative valide che rendono le pratiche sugli animali una crudeltà non necessaria. La mia azienda farà un grosso passo avanti e rispecchierà la nostra attenzione per tematiche importanti, come la protezione e la cura dell’ambiente e degli animali».

Il gruppo Armani, che ha 41 anni ed è una delle aziende di moda più importanti al mondo, sfila alla settimana della moda di Milano con due collezioni, una per Giorgio Armani e una per Emporio Armani. Presenta anche una collezione di alta moda, Armani Privé, che sfila a Parigi. Nel 2008 c’erano state molte polemiche dopo che l’associazione ambientalista PETA aveva accusato Armani di impiegare pelliccia di coniglio nei vestiti per bambini, pur avendo promesso l’anno prima che non avrebbe utilizzato pelliccia animale nei suoi capi.

Dal 2013 la pelliccia è tornata di moda ed è stata proposta da molti stilisti nelle loro collezioni; in alcuni casi però si trattava di pellicce ecologiche, sia per ragioni etiche che economiche. La tendenza è comunque rilevante: come ha scritto il Telegraph a febbraio, nei tre mesi precedenti c’è stato un aumento del 117 per cento di capi e accessori in pelliccia rispetto ai tre mesi corrispondenti dell’anno precedente. Allo stesso tempo sempre più stilisti e case di moda rinunciano a impiegare la pelliccia animale nelle loro collezioni. Nel 2015 Stella McCartney – che già non utilizza pelli di animali –, Hugo Boss e Ralph Lauren hanno detto che non utilizzeranno la pelliccia nei loro prodotti. Qui c’è un elenco curato dalla Humane Society of the United States con le aziende di moda che non vendono capi in pelliccia: ci sono, tra gli altri, Abercrombie & Fitch, Lacoste, Benetton, Levi’s, Nike, e Zara.

 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.