(Mirco Lazzari gp/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 20 Marzo 2016

Cinque cose sul Gran Premio di MotoGP in Qatar

Inizia alle 19 italiane, è la prima corsa del Motomondiale 2016: Jorge Lorenzo partirà dalla prima posizione, Valentino Rossi dalla quinta

(Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Il Gran Premio di MotoGP del Qatar inizierà alle 19 sul circuito di Losail. Si tratterà del primo Gran Premio del Motomondiale 2016 e l’unico della stagione che si corre in notturna: la gara di MotoGP inizierà quando in Italia saranno le 19. Dalle 16 e dalle 17.20 si potranno invece seguire le gare di Moto 3 e Moto 2 (quelle che fino a qualche anno fa erano le classi 125 e 250). La MotoGP ha un Gran Premio in Qatar dal 2004 e il pilota che ha vinto più volte a Losail è Valentino Rossi, con quattro vittorie: la prima nel 2005 e l’ultima l’anno scorso. Quest’anno Rossi inizierà il Gran Premio dalla quinta posizione in griglia di partenza; in pole position c’è lo spagnolo Jorge Lorenzo, che è anche il vincitore del Mondiale di MotoGP 2015.

Le qualifiche ufficiali e la griglia di partenza

Nelle prime tre posizioni in griglia ci sono tre spagnoli: Lorenzo (Yamaha), Marquez (Honda) e Vinales, che è al suo secondo anno in MotoGP e guida una Suzuki. Dietro ci sono tre italiani: Andrea Iannone (Ducati), Rossi (Yamaha) e Andrea Dovizioso (Ducati). Le qualifiche sono state molto equilibrate e Lorenzo – che ha girato in 1 minuto 54 secondi e 543 millesimi – è stato più veloce di Marquez di solo 91 millesimi; tutti i piloti nelle prime sei posizioni hanno girato con un tempo inferiore al minuto e 55 secondi. Un’altra prova dell’equilibro tra i piloti sta nel fatto che le prime quattro moto sono di quattro scuderie diverse e almeno finora non c’è stata una moto o un pilota davvero più veloce degli altri: ci si aspetta quindi una gara altrettanto equilibrata. E intanto Rossi e Lorenzo hanno già avuto modo di discutere per una questione di traiettorie.

Il GP del 2015

Anche l’anno scorso il Gran Premio sul circuito di Losail era stato il primo della stagione e anche lì spagnoli e italiani erano andati a gruppi di tre. Nel 2015 i tre italiani finirono davanti e i tre spagnoli dietro: sul podio arrivarono Rossi, Dovizioso e Iannone (al suo primo podio in MotoGP), davanti a Lorenzo, Marquez e Dani Pedrosa. Era dal Gran Premio del 2006 in Giappone che tre italiani non finivano nei primi tre posti in MotoGP: in quel caso vinse Loris Capirossi, davanti a Rossi e Marco Melandri. Nel 2015 Rossi vinse di un pelo, con un grande sorpasso nel finale.

Il circuito di Losail

ll “Losail International Circuit” è vicino a Doha, la capitale del Qatar. Il tracciato ha poco più di vent’anni e fu costruito in un anno (di solito ci si mette molto di più) per un costo di circa 50 milioni di euro. Il circuito è lungo cinque chilometri e 400 metri ed è “circondato da zone di verde sintetico studiate per impedire alla sabbia del deserto circostante di invadere la pista”. Il rettilineo principale è lungo più di un chilometro e sulla pista c’è un misto di curve “veloci” e curve medie. Le curve a sinistra sono sei, quelle a destra 12. I piloti di MotoGP dovranno fare 22 giri, per un totale di 118 chilometri e 400 metri. Dal 2008 il Gran Premio del Qatar ha una rilevante peculiarità: ci si corre di notte.

Il primo Gran Premio con le nuove regole

In questa stagione sono state introdotte alcune novità tecniche sulle moto riguardanti la centralina, le gomme e la benzina. La centralina è, in estrema sintesi, quella parte della moto che ne controlla gli aspetti elettronici e da quest’anno sarà uguale per tutti (a realizzarla è stata l’azienda italiana Magneti Marelli). Le gomme invece erano uguali per tutti già l’anno scorso. C’è però una novità anche qui: l’anno scorso le forniva Bridgestone, quest’anno arrivano da Michelin e sono da 17 pollici anziché da 16,5. Vuol dire che tutte le moto partono dallo stesso punto, almeno per quanto riguarda centralina e gomme. C’è da vedere chi saprà adattarsi prima e meglio alle novità. Anche i cambiamenti che riguardano la benzina sono fatti per mettere tutte le scuderie in condizioni simili: dal GP di Losail ogni moto partirà con 22 litri di benzina nel serbatoio (l’anno scorso c’erano differenze tra scuderia e scuderia).

Come vedere il GP del Qatar in tv o in streaming

Il Gran Premio del Qatar si potrà seguire su Sky Sport HD e in streaming su Sky Go dalle 19. Sky Sport trasmetterà in diretta tutti i 18 Gran Premi di MotoGP del 2016 e così come è successo l’anno scorso, alcuni Gran Premi saranno trasmessi anche in chiaro: nel 2015 erano su Cielo, da quest’anno saranno su TV8. TV8 trasmetterà in diretta solo alcuni Gran Premi (quello del Qatar non è tra questi). Il GP del Qatar si potrà comunque vedere in differita dalle 22 su TV8.