• Auto
  • sabato 5 marzo 2016

Dieci auto da vedere a Ginevra 2016

Le novità più interessanti del salone automobilistico più importante d'Europa, che sarà aperto al pubblico fino al 13 marzo

Una panoramica dell'interno del Palexpo allestito per il Salone di Ginevra 2016. (Photo by Harold Cunningham/Getty Images)

Dopo i due giorni riservati ai giornalisti, il 3 marzo ha aperto al pubblico l’86esima edizione del Salone internazionale dell’auto di Ginevra, in Svizzera. Il Salone di Ginevra è considerato la principale manifestazione automobilistica europea e tra le più importanti del mondo. Si svolge ogni anno a inizio marzo – i saloni di Francoforte e Parigi si tengono invece in autunno ad anni alterni – in un paese, la Svizzera, che non ha costruttori locali che rischiano di rubare la scena alle case automobilistiche straniere. Visitatori e addetti ai lavori lo apprezzano molto anche perché si svolge in un unico padiglione relativamente piccolo, che permette di vedere tutte le novità in un giorno solo, senza dover camminare a lungo e uscire all’esterno per passare da un edificio all’altro, cosa che invece è necessaria a Parigi e Francoforte.

Per gli appassionati d’auto che non potranno andare a Ginevra nei prossimi giorni abbiamo messo insieme le dieci novità più importanti di questa edizione del Salone, con i relativi “perché” spiegati dentro a ciascuna foto.

La prima edizione del Salone di Ginevra si tenne nel 1905, 19 anni dopo il brevetto della prima automobile, la tedesca Benz Patent-Motorwagen. Come ogni anno, la manifestazione si tiene al Palexpo di Ginevra, un enorme centro convegni che si trova accanto all’aeroporto e all’autostrada e che si può raggiungere facilmente anche in treno (qui un po’ d’informazioni utili). Il Salone resterà aperto fino a domenica 13 marzo, il biglietto intero costa 16 franchi svizzeri, circa 15 euro, e si può acquistare anche online sul sito ufficiale.

Lo scorso anno il mercato automobilistico europeo è cresciuto del 9,2 per cento e il momento positivo del settore si è riflesso anche sulle novità – tante e di buon livello – presentate a Ginevra. Per esempio sono stati presentati molti SUV, un tipo di auto con carrozzeria rialzata le cui vendite in questi anni sono cresciute a un ritmo superiore alla media sia sul mercato europeo che a livello mondiale. Un altro tema ricorrente a Ginevra è quello che riguarda le alimentazioni alternative: in particolare il gruppo coreano Hyundai ha presentato la Hyundai Ioniq – rivale diretta della Toyota Prius disponibile con alimentazione ibrida benzina/elettrico, ibrida plug-in e solo elettrica – e la Kia Niro, un SUV compatto con alimentazione ibrida. Tra le tante novità sportive spicca la Bugatti Chiron, hypercar (termine usato in gergo per definire sportive con prestazioni e prezzi fuori dal comune) del gruppo Volkswagen da 420 km/h di velocità massima e 2,4 milioni di euro di prezzo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.