• Mondo
  • martedì 9 febbraio 2016

Cosa sappiamo dell’incidente ferroviario in Baviera

Due treni si sono scontrati vicino a Monaco, non si sa ancora perché: almeno 10 persone sono morte, una è dispersa e diverse decine sono rimaste ferite

(AP Photo/Matthias Schrader)

Alle 6:48 del mattino due treni si sono scontrati nei pressi di Bad Aibling, una città tedesca della Baviera che si trova a 40 chilometri a sud di Monaco. La polizia ha detto che sono morte almeno 10 persone: tra queste ci sono i macchinisti di entrambe i treni e due membri del personale ferroviario. Una persona è ancora dispersa. In totale circa 90 persone hanno riportato ferite lievi: ci sono ancora 54 persone in cura negli ospedali vicini al luogo dell’incidente, di cui otto sono in condizioni gravi. L’incidente è avvenuto tra le stazioni di Holzkirchen e Rosenheim: i vagoni si sono rovesciati a causa dello scontro e circa 250 persone tra polizia e soccorritori hanno lavorato per quasi cinque ore intorno al luogo dell’incidente. Le operazioni di recupero delle persone rimaste tra i rottami del treno sono terminate.

Martedì si è tenuta una conferenza stampa della polizia, alla quale erano presenti anche il ministro tedesco dei Trasporti, Alexander Dobrindt, e quello degli Interni bavarese, Joachim Herrmann, che stamattina sono stati sul luogo dell’incidente. Dobrindt ha detto che la velocità alla quale viaggiavano i due treni doveva essere molto alta, considerato il modo in cui si sono incuneati l’uno con l’altro nell’impatto, che è avvenuto frontalmente. Ha ringraziato i soccorritori, spiegando che hanno salvato diverse vite e che sono arrivati sul luogo dell’incidente tre minuti dopo le prime chiamate di emergenza: i soccorritori, ha continuato Dobrindt, sono stati sottoposti a un elevato stress fisico e psicologico durante le operazioni di questa mattina, e saranno sostituiti a breve. Secondo Dobrindt il traffico ferroviario tedesco è in un «momento difficile».

Due dei tre dispositivi che registrano i dati relativi ai movimenti del treno presenti sui due treni sono stati recuperati, ha detto Dobrindt, che ha aggiunto però che è troppo presto per fare ipotesi sulle cause dell’incidente. Ha detto che la scena sul luogo dell’incidente è “orribile”, e che l’impatto è avvenuto in una curva: i conducenti perciò avevano probabilmente una scarsa visibilità, e potrebbero non aver frenato, ha detto Dobrindt. Anche il ministro degli interni bavarese Joachim Herrmann ha detto che le prime ricostruzioni fanno supporre che i macchinisti non potessero vedere l’altro treno avvicinarsi. Hermann ha spiegato che uno dei due treni era partito alle 6.10 di questa mattina da Holzkirchen, e che sarebbe dovuto arrivare alle 6.49 a Rosenheim; l’altro treno invece era partito alle 6.43 da Rosenheim e doveva arrivare a Holzkirchen alle 7.23. I due treni dovevano incrociarsi in corrispondenza della stazione di Kolbermoor, ma per motivi ancora non chiariti non è andata così. È in corso un’indagine per stabilire le cause dell’incidente.

mappa-1
Una mappa dell’incidente realizzata da BBC.

Un portavoce di una delle compagnie ferroviarie che operano nella zona dell’incidente ha detto che i due treni si sono scontrati in un tratto di linea ferroviaria a binario unico lungo 37 chilometri, ma che ci sono diversi snodi che permettono ai treni di incrociarsi passando su binari diversi. Quel tratto di linea aveva tuttavia un sistema che avrebbe dovuto frenare automaticamente i treni, una volta oltrepassato il segnale di stop: non si sa ancora come mai non abbia funzionato. Finora non c’erano stati problemi, ha detto, e il sistema che segnala il passaggio dei treni aveva superato un test di routine la scorsa settimana.

La linea è interrotta e le squadre di soccorso sono al lavoro per metterla in sicurezza. Sono state montate delle gru per togliere dalla linea ferroviaria i detriti, ma secondo le autorità sarà un lavoro che richiederà giorni.

I feriti più gravi sono stati trasportati in elicottero nell’ospedale più vicino, gli altri con ambulanze e altri mezzi di emergenza. Il centro per la donazione del sangue di Monaco ha detto che c’è bisogno di molto sangue per le trasfusioni, e ha chiesto ai donatori che possono farlo di andare all’ospedale.

In Germania sono giorni di vacanza per il carnevale: il capo della polizia locale Robert Kopp ha detto che per questo motivo sui due treni c’erano meno passeggeri del solito, circa 150. La velocità a cui si sono scontrati i due convogli non è ancora nota, ma su quella tratta il limite è di circa 100 km/h.