• Cultura
  • mercoledì 2 dicembre 2015

10 libri da colorare per adulti

Pare che rilassino molto e sono una delle mode del 2015: la maggior parte sono su piante, animali e forme naturali, ma ce ne sono anche su Sherlock, Bill Murray e Jeremy Corbyn

Negli ultimi mesi si è parlato molto dei libri da colorare per adulti, che sono diventati una delle mode editoriali del 2015, soprattutto nel mondo anglosassone e in Francia: sono album con disegni di diverso tipo che devono essere colorati e vengono usati per distrarsi e liberarsi dello stress concentrando la propria attenzione su un compito semplice e ripetitivo. Negli Usa, nel Regno Unito e in Francia ci sono stati libri da colorare per adulti che hanno venduto milioni di copie, anche più dei libri di cucina che negli ultimi anni sono sempre stati tra i più venduti. In Italia i libri da colorare per adulti non hanno ancora avuto lo stesso successo, ma da gennaio 2015 ne sono stati tradotti diversi e alcune librerie – come la Hoepli di Milano – hanno creato sezioni apposite che – dicono – vendono abbastanza bene.

Il meccanismo per cui colorare distende i nervi è intuitivo: come ogni azione ripetitiva e fisicamente poco faticosa, aiuta a concentrarsi su una e una cosa soltanto e permette alla fine di godere della soddisfazione frutto dell’aver finito qualcosa e averlo fatto bene. È lo stesso stato che possono indurre i giochini del telefonino, ma a un ritmo più lento e togliendo gli occhi dagli schermi su cui molti passano già gran parte delle loro giornate e che per alcuni sono parte dello stress che si vuole alleviare.

Tra i libri da colorare che sono usciti negli ultimi mesi me abbiamo scelti dieci. Alcuni tradotti, altri ancora no, alcuni si trovano in libreria, altri solo online, ma generalmente nei libri da colorare per adulti le immagini contano più delle parole.

Oceano delle meraviglie di Johanna Basford, Mondadori.
Johanna Basford è una giovane illustratrice scozzese che si autodefinisce «ink evangelist» (evangelista dell’inchiostro) e realizza intricati paesaggi prevalentemente naturali che ricordano carte da parati in bianco e nero. I suoi primi due libri – Il giardino segreto e La foresta incantata –  hanno venduto complessivamente 10 milioni di copie in due anni. Oceano delle meraviglie, uscito a novembre per Mondadori, è il suo terzo libro, il primo dedicato a paesaggi sottomarini. Basford disegna soprattutto con comuni pennarelli Staedtler Pigment Liners, ma anche occasionalmente con la Bic a quattro colori, di quelle che si usavano alle medie per fare le dediche sui diari dei compagni.

Patterns of the Universe: A Coloring Adventure in Math and Beauty di Alex Bellos ed Edmund Harriss, The Experiment.
Alex Bellos è un giornalista e scrittore specializzato nella divulgazione della matematica (qualche anno fa il suo saggio Il meraviglioso mondo dei numeri è stato tradotto in italiano da Einaudi). Edmund Harriss, l’autore delle illustrazioni, è un matematico che insegna all’università dell’Arkansas. Patterns of the Universe: A Coloring Adventure in Math and Beauty (Schemi dell’universo: Un’avventura da colorare nella matematica e nella bellezza) riproduce forme e simmetrie che sembrerebbero troppo perfette per essere naturali e invece sono la struttura delle cose. Patterns of the Universe è stato tradotto in molti paesi, ma non ancora in Italia. In Francia uscirà a febbraio.

The Corbyn Colouring Book di Jim Nunn, Old Street.
C’è sempre qualcuno che vuole fare lo spiritoso e fa libri spiritosi per chi vuole fare regali spiritosi. Il libro da colorare su Jeremy Corbyn, il nuovo leader della sinistra inglese, riesuma una gloriosa tradizione quasi dimenticata dei libri da colorare per adulti, incominciata nella controcultura degli anni Sessanta con libri di satira come New Frontier contro John Fitzgerald Kennedy. Da segnalare, sul versante opposto rispetto a Corbyn, anche l’uscita di The Trump Coloring Book con Donald Trump vestito da Supermen in copertina.

Sherlock The Mind Palace: The Official Colouring Book di Mike Collins, Ebury Publishing.
La nuova frontiera dei libri da colorare per adulti ovviamente sono film e serie tv: negli ultimi mesi sono usciti i libri da colorare ufficiali di Game of Thrones firmato da George RR Martin in persona, di Breaking Bad, OutlanderHarry Potter e di Sherlock, la serie tv con Martin Freeman e Benedict Cumberbatch prodotta da BBC. Chi ha visto la serie tv, sa che per l’ambientazione le tappezzerie hanno una ruolo importante e che non c’è nulla al mondo di così geometrico e colorabile come la carta da parati, anche se nel libro ci sono anche scene e delitti. Mike Collins è un fumettista piuttosto famoso che ha disegnato anche per Marvel e DC Comics.

Mirabilia animalia. 100 disegni da colorare per vincere lo stress di Millie Marotta, White Star.
Animal Kingdom – questo il titolo originale – è un altro bestseller assoluto con 500 mila copie vendute. Millie Marotta è un’illustratrice gallese che, oltre a realizzare libri da colorare per adulti, ha disegnato etichette per vino, murales per catene di ristoranti o per il lounge della Virgin Atlantic all’aeroporto di Newark. Disegna quasi esclusivamente animali, e ha uno stile a metà tra le geometrie di Harriss e il disegno di Basford.

Colorare in 3D. Con occhiali in 3D di Davies Hannah, Logos edizioni.
Altri animali in bianco e nero da riempire di colori e un’altra illustratrice gallese. La differenza è che lo stile di Hannah è un po’ più infantile e fiabesco di quello di Marotta, ma soprattutto che questo libro è in 3D e va colorato indossando occhiali in 3D, in modo da scivolare dall’ipnosi nei territori della psichedelica.

Il giardino del tempo di Daria Song, Gallucci.
Daria Song è una disegnatrice coreana che ha vissuto a lungo a San Francisco. The Time Garden è una favola piena di alberi, foglie e paesaggi fatati che comincia dall’interno di un orologio a cucù, e racconta di una fata con i capelli rossi e di un gufo molto saggio. Chi si fosse già stufato può ignorare la storia e colorare, anche la copertina se vuole. In Italia il libro è uscito a ottobre, insieme alla seconda puntata, La stanza del tempo, sempre pubblicata da Gallucci. Dello stesso genere, ma più a oriente, c’è il francese Japon: Mini coloriages antistress.

The typography colouring book di Gillian Johnson, Michael O’Mara Books Ltd.
I caratteri tipografici hanno curve, linee rette, pieni e vuoti. Si assomigliano, ma sono diversi e chi si ferma a osservarli da vicino può sviluppare un certo feticismo. The typography colouring book ha 208 pagine di caratteri, sfogliarle fa lo stesso effetto dei vecchi Letraset o dei trasferelli. Non è affatto detto che vedendoli si abbia voglia di sporcarli di colore.

Anthropomorphic Adult Coloring Books: feat. drawnings by 19th century caricaturist J.J.Grandville di T.C.Fletcher, Create Space Independent Publisher Platform.
Grandville fu un disegnatore dell’Ottocento, famoso per Les Métamorphoses du jour pubblicate nel 1828, una serie di 70 tavole satiriche sulla Parigi del tempo popolata da figure dal corpo umano e la testa animale. Ci sono scimmie con il cilindro, coleotteri cardinali, pappagalli bottegai e cavallette mendicanti. Il filosofo Walter Benjamin vedeva in Grandville un precursore di Walt Disney. Oltre a essere stato uno dei primi disegnatori di animali antropomorfi, Grandville fu anche uno dei primi a immaginare i paesaggi di fantascienza che sarebbero diventati familiari da Jules Verne in poi: in una sua tavola, per esempio, gli anelli di Saturno sono una balconata da cui i saturnini si affacciano per prendere il fresco la sera.

The Thrill Murray Coloring Book di Mile Cooley e Brooke Olsen, Belly Kids.
Non è un libro nuovo, ma visto il soggetto del libro molto caro al Post si è fatta un’eccezione. E su Amazon si può ancora comprare. The Thrill Murray Coloring Book è un libro da colorare su Bill Murray, disegnato un po’ così, ma con varie scene tratte, o ispirate, da tutti i suoi film.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.