• Sport
  • domenica 23 Agosto 2015

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio del Belgio

E Rosberg è arrivato secondo: Vettel era partito ottavo ed era terzo al penultimo giro, ma poi gli è scoppiata una gomma

Aggiornamento: Lewis Hamilton della Mercedes ha vinto il Gran Premio del Belgio. Secondo è arrivato Rosberg, terzo Grosjean: Vettel, che era partito ottavo, ha fatto una gran rimonta ma ha avuto un problema alla gomma posteriore destra, che è scoppiata all’ultimo giro, e ha finito in dodicesima posizione. Le altre posizioni sono qui.

***

Il Gran Premio del Belgio di Formula 1, l’undicesima tappa del Mondiale del 2015, è cominciato alle 14 di domenica 23 agosto. Il Gran Premio del Belgio si corre sul famoso circuito di Spa, situato nell’omonimo comune nella provincia di Liegi. Il pilota britannico Lewis Hamilton della Mercedes, che attualmente è anche il primo nella classifica del Mondiale, è partito dalla prima posizione per la decima volta in questa stagione: ha 202 punti, 21 in più del suo compagno di squadra tedesco Nico Rosberg – che è partito secondo, oggi – e 42 in più dell’altro tedesco Sebastianl Vettel della Ferrari.
Le Ferrari oggi non sono messe bene: Vettel è partito in ottava posizione – era nono, ma Romain Grosjean ha perso cinque posizioni per una squalifica – mentre il finlandese Kimi Raikkonen ha avuto dei problemi con la pressione dell’olio nelle gare di qualifica ed è partito 14esimo. A meno di sorprese, la gara dovrebbe essere quindi dominata dalle Mercedes di Hamilton e Rosberg. È possibile inoltre che gli stessi motori Mercedes di quest’anno abbiano in generale un leggero vantaggio sugli altri: alcuni hanno infatti fatto notare che i primi cinque classificati nelle qualifiche utilizzano tutti motori Mercedes (anche se montati su macchine di altre scuderie).

Un circuito storico
Quello di Spa è uno dei più antichi e ammirati autodromi europei. Fu inaugurato nel 1924 e ha mantenuto più o meno la stessa forma dagli anni Settanta: ad oggi è il circuito più lungo del Mondiale – misura poco più di 7 chilometri – ed è anche uno dei più “tecnici” e impegnativi, a causa dell’alternanza continua di curve, chicane e rettilinei. La difficoltà del percorso è aumentata anche dalle condizioni meteorologiche: a volte, infatti, capita che possa piovere molto forte su un tratto di pista mentre il lato opposto è asciutto.

spa

A Spa sono anche avvenute decine di incidenti, alcuni dei quali hanno causato la morte di piloti e assistenti di gara. Nella storia del circuito, sono morti per incidente 49 piloti e 4 assistenti di gara (ma solo due piloti sono morti in una gara di Formula 1, nel 1960). Negli ultimi anni sono avvenuti sul circuito incidenti meno gravi ma piuttosto caotici: nel 1998, poco dopo la partenza, furono coinvolte in un enorme incidente 13 macchine. Nel 2012, cinque macchine. Nella gara della stagione 2014, poi, ci fu un famoso incidente al secondo giro fra Rosberg e Hamilton, compagni di scuderia alla Mercedes: Rosberg bucò la gomma di Hamilton, probabilmente senza volerlo, e le costrinse a rientrare ai box e più tardi a ritirarsi.

A che punto siamo col Mondiale, oggi
Come era previsto a inizio stagione, praticamente ogni gara di quest’anno è stata dominata dalle Mercedes di Hamilton e Rosberg: l’unico ad aver tenuto loro testa è stato Sebastian Vettel della Ferrari, che finora è sempre arrivato fra i primi cinque ed è riuscito a vincere due Gran Premi, in Malesia e Ungheria. C’è moltissima distanza fra i primi tre piloti in classifica generale e tutti gli altri: sta poi correndo una brutta stagione l’altro pilota della Ferrari, Kimi Räikkönen, a cui comunque è stato di recente rinnovato il contratto. Su undici Gran premi disputati finora, Räikkönen si è ritirato per tre volte ed è riuscito ad arrivare sul podio una sola volta, nel Gran Premio del Bahrein (fu secondo). La Ferrari, per ora, sta comunque rispettando le attese di inizio stagione, che erano di cercare di giocarsela con le Mercedes e non ambiziose tanto da immaginare la vittoria.

(l’attuale classifica piloti)

piloti2

Come vederlo
Il Gran Premio del Belgio sarà visibile in tv a pagamento sul canale 201 di Sky, Sky Sport 1, a partire dalle 14. In streaming, sarà visibile a pagamento grazie al servizio Sky Go, disponibile per gli abbonati Sky.