Saluti da Marte

Julien Mauve ha creato una serie fotografica piuttosto realistica immaginando di visitare il pianeta come se fosse un turista

Saluti da Marte

Marte è il pianeta che più di tutti e da millenni ha ispirato miti e storie fantastiche sulla possibilità di trovare la vita fuori dalla Terra. Il fotografo francese Julien Mauve ha creato una serie dal titolo Greetings from Mars per la quale ha immaginato di visitare il pianeta come se fosse un turista. Mauve ha realizzato queste fotografie durante un viaggio negli Stati Uniti, per il quale ha percorso oltre 4 mila miglia tra la California e lo Utah, prendendo in affitto da una società di produzione di Los Angeles repliche delle tute spaziali Apollo/Skylab A7L, quelle indossate dagli astronauti della NASA durante il programma Apollo tra il 1968 e il 1975.

Mauve ha scelto dei paesaggi che restituiscono efficacemente la sensazione di “luogo ultraterreno” ma ha voluto evidenziare soprattutto la presenza dell’essere umano in questo contesto, con molta ironia, immaginando un futuro fin troppo prevedibile con persone in tute spaziali che si aggirano per queste terre maestose armati di smartphone, fotocamere e selfie-stick. Come spiega il fotografo “queste sono tutte abitudini turistiche che si sono sviluppate con la fotografia. Immagino che ci comporteremmo nello stesso modo su un altro pianeta. È interessante osservare il nostro modo di agire di fronte alla macchina fotografica, come includiamo noi stessi nei paesaggi e come quei paesaggi scatenano la voglia di affermare la nostra presenza”. La serie completa e gli altri lavori di Julien Mauve si possono vedere sul suo sito.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.