fiorentina juventus
  • Sport
  • venerdì 5 Dicembre 2014

Fiorentina-Juventus, le cose da sapere

La Serie A ricomincia a giocare già oggi, con una delle rivalità sportive più note nel campionato di calcio

fiorentina juventus

Fiorentina-Juventus giocheranno stasera allo stadio Artemio Franchi a Firenze, alle 20:45, nella prima partita della quattordicesima giornata di Serie A, che diversamente dal solito comincerà venerdì sera. Uno dei motivi di interesse tra le persone che seguono il campionato riguarda le probabili formazioni: la Juventus giocherà con una formazione diversa dal solito, principalmente a causa di alcuni infortuni. Al di là di questo, è una partita piuttosto attesa non tanto per ragioni legate alla classifica – la Juventus è prima, la Fiorentina è ottava e non sta andando benissimo – ma per la rivalità storica tra queste due squadre. E anche perché l’anno scorso la partita di andata fu una bella partita, che in molti commentatori della Serie A ricordano: finì inaspettatamente 4-2 per la Fiorentina, nonostante la Juventus fosse da tutti ritenuta la più forte tra le due.

Come ci arriva la Juventus
In questa stagione la Juventus ha perso tre partite, ma soltanto una di queste era una partita di campionato: contro il Genoa, che ha vinto 1-0 a Genova il 20 ottobre scorso. Di fatto, e ormai già da alcuni anni, le uniche critiche tecniche che la Juventus continua a ricevere da alcuni commentatori si riferiscono a partite giocate in Champions League, in cui effettivamente la Juventus fa più fatica a ottenere i risultati che invece in campionato raggiunge più o meno agevolmente. Di recente la squadra ha potuto beneficiare anche del ritorno in campo del centrocampista Andrea Pirlo dopo un infortunio che gli ha impedito di giocare diverse partite della prima parte della stagione. Nel turno scorso la Juventus è riuscita a battere il Torino 2-1 nel derby grazie a un gran bel gol segnato da fuori area proprio da Andrea Pirlo, negli ultimi secondi del tempo di recupero.

Giocare questa partita contro la Fiorentina venerdì – quindi con diverse ore di anticipo rispetto al momento della settimana in cui solitamente si giocano gli anticipi di Serie A – permetterà alla Juventus di preparare meglio e con più tempo la partita fondamentale che dovrà giocare martedì prossimo contro l’Atlético Madrid, a Torino, in Champions League. Alla Juventus basterà un pareggio per poter ottenere la qualificazione alla fase successiva della Champions League, quella a eliminazione diretta. Per questo motivo, la Juventus contro la Fiorentina terrà a riposo alcuni dei suoi giocatori più forti, sebbene si tratti di una partita comunque importante: un’eventuale sconfitta permetterebbe alla Roma, seconda in classifica, di raggiungere il primo posto a pari punti, nel caso – molto probabile – in cui vincesse sabato contro il Sassuolo in casa.

Come ci arriva la Fiorentina
Considerando le aspettative incoraggiate dal quarto posto della scorsa stagione, la Fiorentina sta disputando una stagione deludente sotto diversi aspetti. A settembre Giuseppe Rossi – che l’anno scorso segnò tre dei 4 gol della Fiorentina nella partita contro la Juventus all’andata – si è di nuovo infortunato e ha subito un intervento chirurgico al ginocchio destro. Insieme a lui è stato a lungo assente l’attaccante tedesco Mario Gómez, che da quando è stato acquistato dalla Fiorentina nell’estate del 2013 non è mai riuscito a giocare con regolarità. Anche per queste ragioni – dopo aver vinto cinque partite su 13, e averne perse 4 – la Fiorentina è attualmente all’ottavo posto in classifica, che non sarebbe un piazzamento sufficiente per ottenere la qualificazione ai tornei europei della prossima stagione.

Detto questo, ultimamente la Fiorentina sta giocando bene e sta ottenendo buoni risultati: viene da tre vittorie consecutive in partite giocate tutte in trasferta. Ha battuto il Verona 2-1, in campionato, e il Guingamp 2-1, in Europa League. La settimana scorsa ha impressionato positivamente diversi commentatori per la netta vittoria contro il Cagliari, battuto 4-0: oltre ai due gol segnati dal centrocampista Matías Fernández, hanno segnato Mario Gómez, che è tornato a giocare da poco, e il trequartista colombiano Juan Cuadrado, secondo molti uno dei migliori calciatori del campionato italiano.

Le assenze nella Juventus
Nella Juventus sono assenti per infortunio diversi difensori tra cui alcuni titolari: mancano Andrea Barzagli, Martín Cáceres e Kwadwo Asamoah. Manca anche Stephan Lichtsteiner, squalificato a causa di un’espulsione ricevuta nella partita contro il Torino (al suo posto giocherà Roberto Pereyra). A causa di queste assenze, giocheranno Angelo Ogbonna, che però non sta benissimo neanche lui, a causa di un recente infortunio, e Patrice Evra, che in questa stagione ha giocato piuttosto male nelle poche occasioni in cui è stato impiegato. In attacco, in vista della partita di Champions League, sarà dato un turno di riposo all’argentino Carlos Tévez: insieme allo spagnolo Fernando Llorente giocherà quindi il 18enne francese Kingsley Coman, acquistato nell’estate scorsa (prima giocava nel Paris Saint-Germain).

Le formazioni ufficiali

Fiorentina (3-5-2): Neto; Gonzalo, Savic, Basanta; Joaquin, Mati Fernandez, Pizarro, Borja Valero, Alonso; Gomez, Cuadrado.

Juventus (3-5-2): Buffon, Bonucci, Ogbonna, Chiellini; Pereyra, Vidal, Pirlo, Pogba, Evra; Llorente, Coman.

Foto: Josip Iličič e Giorgio Chiellini.
(Gabriele Maltinti/Getty Images)