• Italia
  • domenica 16 Novembre 2014

Maltempo nel nord, il giorno dopo

Due persone sono morte per una frana a Varese e da ieri c'è un disperso in Liguria, ma nella notte il tempo è migliorato

Ieri il nord Italia è stato interessato da forti piogge per tutto il giorno, che hanno causato molti disagi e problemi alla circolazione. Oggi ha smesso di piovere quasi ovunque. La zona più colpita da piogge e alluvioni è stata la Liguria: ci sono state interruzioni al traffico ferroviario e autostradale verso Genova e varie zone della città si sono allagate (come il quartiere Voltri). Diversi paesi della regione sono stati interessati da frane e alluvioni di torrenti. A Serra Riccò, un paese a nord di Genova, da ieri è disperso un uomo di 67 anni che si trovava a bordo della sua automobile. In provincia di Varese, invece, una ragazza di 16 anni e un uomo di 70 sono morti a causa di una frana che ha distrutto parte della loro casa. A Milano, ancora stamattina, ci sono zone allagate nel nord della città.

Liguria
Il Secolo XIX scrive di «danni ingenti» in molti paesi della riviera di Ponente, a ovest di Genova. Nella serata di sabato è ripresa la circolazione dei treni, che era stata interrotta verso Torino e Milano, tranne sulla tratta fra Acqui Terme e Genova; i caselli e i tratti di autostrada che ieri si erano allagati sono stati riaperti. Intanto, stanno proseguendo le ricerche dell’uomo disperso a Serra Riccò: ieri si era diffusa la notizia del ritrovamento del suo cadavere, poi non confermata. Le ricerche si sono concentrate nei pressi dell’automobile che stava cercando di spostare, ma oggi dovrebbero spostarsi più a valle.

 

Vicino a Genova, la pioggia ha causato il crollo di una parte del cimitero comunale di Bolzaneto. Circa settanta bare sono andate disperse dopo essere state trascinante a valle dal torrente Polcevera.

Lombardia
A Cerro, una frazione di Laveno (un paese in provincia di Varese sul Lago Maggiore), una frana ha colpito verso mezzanotte una villetta dove si trovava una famiglia di cinque persone. In tre sono riusciti a uscire in tempo dalla casa, mentre una ragazza di 16 anni è stata estratta viva ma è morta poco dopo in ospedale. Il corpo di un uomo di 70 anni, il nonno della ragazza, è stato ritrovato dentro la casa alle 2 e 15 di notte.

A Milano, dove ieri è esondato il Seveso, ha smesso di piovere, ma alcune zone della città restano allagate. La circolazione della metropolitana è tornata regolare su tutta la linea dalle 16 e 10 di domenica, anche se intorno alle 18 ci sono ancora rallentamenti tra la fermata Garibaldi e la Stazione Centrale.

 

Nei dintorni di Monza è esondato nella notte il fiume Lambro, ma solo in alcuni punti: stamattina, comunque, la situazione sembra essere migliorata e non ci sono notizie di dispersi e danni gravi.

Piemonte
Ad Alessandria, dove il sindaco ieri ha definito l’alluvione «una catastrofe», racconta la Stampa che sono «esondati praticamente tutti i corsi d’acqua» e che «ci sono frazioni isolate, strade allagate e chiuse, frane, sfollati e ponti interrotti». Anche in questa zona il tempo oggi dovrebbe migliorare, ma sono previste nuove forti piogge per lunedì.