Nordsee (Germany, 2006) (©Josef Hoflehner - Patience)

Fotografie pazienti

Il fotografo austriaco Josef Hoflehner fa il contrario di tutti noi: sceglie posti lontani, perde molto tempo, fa molta strada, per fare foto molto belle

01

Patience è un progetto del fotografo austriaco Josef Hoflehner, di cui un po’ di tempo fa avevamo mostrato il progetto Jet Airliner, realizzato insieme al figlio Jakob tra l’inizio del 2009 e la fine del 2011 a Maho Beach (nella parte olandese dell’isola caraibica Sint Maarten), su una spiaggia che si trova molto vicino all’aeroporto internazionale Princess Juliana e su cui gli aerei passano a volte anche a pochi metri di altezza dalle teste dei bagnanti. Anche Patience è realizzato insieme al figlio, a partire dal 2006, quando Hoflehner, specializzato in fotografia in bianco e nero, decise di realizzare una serie di foto a colori di alcuni dei posti che aveva scoperto e amato di più durante i suoi numerosi viaggi in giro per il mondo, tra Australia, Cina, Vietnam, Cuba.

Il titolo della serie si riferisce proprio alla “pazienza” che il fotografo e suo figlio hanno messo per realizzare queste fotografie, caratterizzate da una forte attenzione ai dettagli e da una pianificazione meticolosa che riflettono la visione e lo stile di Hoflehner:

In alcuni casi attraversiamo mezzo mondo anche solo per una fotografia. Una volta che abbiamo trovato uno spazio ideale aspettiamo giorni, spesso una settimana e talvolta anche di più solo per avere la giusta combinazione di luce. Spesso torniamo nello stesso posto più e più volte e non ci arrendiamo fino a quando non siamo soddisfatti del risultato al 100 per cento.

Le foto di Patience sono esposte fino al 6 settembre a Bruxelles e in diverse altre gallerie in giro per il mondo mentre gli altri progetti di Hoflehner si possono vedere sul suo sito.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.