• Sport
  • lunedì 14 Luglio 2014

Nibali ha vinto la decima tappa al Tour

È cominciata la parte con le salite più impegnative e Nibali è di nuovo maglia gialla: intanto è caduto e si è ritirato anche Contador, uno dei favoriti

Lunedì 14 luglio – con la decima tappa, da Mulhouse a La Planche Des Belles Filles, nel nordest della Francia – è cominciata la fase più difficile e impegnativa della 101esima edizione del Tour de France, la corsa ciclistica a tappe più famosa al mondo, iniziata sabato scorso in Inghilterra. Ha vinto l’italiano Vincenzo Nibali, che è tornato anche primo in classifica generale, dopo esserci rimasto per gran parte del Tour fino a ieri. L’altra notizia importante di oggi, e piuttosto clamorosa, è stato il ritiro dal Tour da parte di uno dei favoriti in assoluto alla vittoria finale della competizione: il ciclista spagnolo Alberto Contador è caduto a circa 70 chilometri dal traguardo e si è procurato una profonda ferita al ginocchio destro. È risalito in bicicletta e ha cercato di recuperare il suo notevole ritardo dai primi, ma ha poi dovuto rinunciare.

 

È il terzo ritiro notevole al Tour di quest’anno, dopo quello del britannico Chris Froome, durante la quinta tappa, e quella del britannico Mark Cavendish, nella prima tappa: sia Contador che Froome, vincitore del Tour nel 2013, erano i principali favoriti per la vittoria finale dell’edizione di quest’anno. Secondo diversi commentatori il ritiro di Contador aumenta di fatto le possibilità di vittoria finale per l’italiano Vincenzo Nibali, che è rimasto maglia gialla per tutta la settimana scorsa, fino a ieri, quando il francese Tony Gallopin era arrivato al traguardo della nona tappa insieme al gruppo di testa, prima di Nibali, e aveva così ottenuto il primo posto provvisorio nella classifica generale.

Nibali ha vinto la decima tappa, con arrivo in salita, in modo molto convincente, dopo aver velocemente recuperato proprio nei chilometri finali un certo distacco dallo spagnolo Joaquim Rodriguez, dal polacco Michal Kwiatkowski e dall’altro italiano Giovanni Visconti. Quella di oggi è stata la prima tappa di montagna, una delle più difficili, con ben 7 Gran Premi della Montagna e un totale di 44 chilometri in salita su 161 totali.