• Italia
  • sabato 14 giugno 2014

Almeno 10 migranti morti nel canale di Sicilia

Un gommone si è ribaltato, 40 persone sono state recuperate ma ci sono dispersi

Ancora una tragedia del mare nel Canale di Sicilia. Lo ha reso noto per prima il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, nel corso di un’intervista a RaiNews24. Poi la conferma della Marina: le vittime sono almeno 10.

Le notizie sono ancora frammentarie. Secondo quanto riferito dal primo cittadino, nell’ambito dell’operazione Mare nostrum, le unità italiane hanno trovato a 105 miglia da Lampedusa 40 naufraghi in mare e più verso la Libia, a 117 miglia dalle Pelagie, un uomo da solo. Dalle loro testimonianze, erano su due gommoni, ciascuno con un centinaio di persone a bordo ed entrambi rovesciatisi dopo un forte nubifragio. Due dei naufraghi sono gravemente ustionati e per prelevarli con urgenza si è levato in volo un elicottero.

(continua a leggere sul sito del Corriere)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.