• Sport
  • giovedì 29 Maggio 2014

L’epico spot del Cile per i Mondiali di calcio

L'ha realizzato Banco de Chile con i minatori che restarono sotto terra per 69 giorni nel 2010

Banco de Chile, la seconda banca più grande del Cile, ha realizzato uno spot per sostenere la Nazionale di calcio cilena ai Mondiali in Brasile. I protagonisti dello spot sono i 33 minatori che rimasero intrappolati per 69 giorni a 700 metri di profondità dentro una miniera di oro e rame di San José, nel nord del Cile, il 5 agosto del 2010. La storia dei minatori fu raccontata sulla stampa di tutto il mondo e il loro salvataggio fu seguito in diretta televisiva.

Nello spot – che ha toni particolarmente epici – a parlare è Mario Sepúlveda, uno dei minatori intrappolati, che chiede retoricamente ai suoi compagni: «La Spagna è difficile? L’Olanda è difficile? Niente è difficile, non ci intimidisce il gruppo della morte», riferendosi al complicato girone del Mondiale in cui è stato inserito il Cile (oltre a Spagna e Olanda c’è anche l’Australia). Sepúlveda aggiunge: «Non ci importa la morte! Perché la morte l’abbiamo già vinta una volta!». Lo spot è stato girato fuori dalla miniera in cui sono rimasti intrappolati i minatori nel 2010.