• Mondo
  • giovedì 1 maggio 2014

Qual è l’animale che uccide più persone?

Non è lo squalo e nemmeno il leone, e probabilmente ce l'avete in casa, spiega Bill Gates

Alla domanda nel titolo, la risposta che darebbe la maggior parte di noi riguarderebbe gli squali, o i leoni, o i serpenti. Difficilmente ci verrebbe in mente che l’animale che uccide più persone ogni anno è anche quello di cui, probabilmente, abbiamo ucciso più esemplari nel corso della nostra vita: la zanzara. Per circa metà della popolazione del mondo la zanzara è veicolo di trasmissione di malattie come la dengue, la febbre gialla e la malaria: è l’animale più pericoloso, in sostanza. La malaria da sola, per esempio, ogni anno uccide oltre 600.000 persone e ne mette fuori uso per diversi giorni circa 200.000.000, causando poi enormi danni indiretti. Le morti causate ogni anno dagli squali, per dare un’idea delle proporzioni, sono all’incirca 10; quelle causate dai leoni sono 100.

A stilare la classifica dei 15 animali più pericolosi per l’uomo è stato Bill Gates, il fondatore di Microsoft che da diversi anni a questa parte dedica gran parte del suo tempo e delle sue risorse economiche a iniziative filantropiche come la lotta all’HIV e alla povertà. La classifica è basata su una raccolta di dati forniti da fonti diverse – si tratta di stime, inevitabilmente, con potenziali consistenti margini di errore – ed è stata pubblicata sul blog di Gates come parte della “settimana della zanzara”, dedicata alla sensibilizzazione sulla pericolosità delle zanzare e sull’impatto che malattie come la malaria e la dengue hanno sulle popolazioni dei paesi poveri e in via di sviluppo.

La classifica dei 15 animali più pericolosi per l’uomo.

Come scrive Gates:

«Considerando la loro dannosità, ci si aspetterebbe che le zanzare ricevessero più attenzione da parte del pubblico. Gli squali uccidono meno di una dozzina di persone all’anno e negli Stati Uniti, ogni anno, c’è un’intera settimana di programmazione televisiva dedicata a loro. Le zanzare uccidono 50.000 volte più persone ma se esiste un canale televisivo che manda in onda una “settimana della zanzara”, allora non ne ho mai sentito parlare».

Di zanzare, spiega il post di Bill Gates, ne esistono circa 2.500 specie e si trovano in ogni regione del mondo, eccezion fatta per l’antartico. Durante la settimana della riproduzione le zanzare sono la specie più numerosa al mondo dopo le formiche e le termiti. L’impatto delle zanzare sulla popolazione mondiale, infine, non si limita al numero di morti causati ogni anno: in molte zone del mondo affette dalla malaria, le popolazioni sono costrette a migrare dalle coste verso l’entroterra, dove il clima è meno favorevole alle zanzare.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.