• Sport
  • giovedì 24 Aprile 2014

Real Madrid-Bayern Monaco, com’è andata

È stata una bella partita: il Bayern ha tenuto palla per tre quarti della partita invano, e il Real ha vinto

Real Madrid-Bayern Monaco si è giocata a Madrid mercoledì: è una delle due partite di andata delle semifinali di Champions League, il più importante torneo europeo di calcio per club (l’altra, Atletico Madrid-Chelsea, era finita 0-0 l’altroieri). La partita era da molti considerata una sorta di finale fra le due più forti squadre europee del momento: il Bayern Monaco ha vinto il campionato tedesco più di un mese fa, con 7 giornate d’anticipo; il Real Madrid è terzo in quello spagnolo, a cinque punti dall’Atletico Madrid e dietro il Barcellona ma con una partita in meno.
Dopo una bella partita, ha vinto 1-0 il Real Madrid con un gol segnato dall’attaccante francese Karim Benzema, al 19esimo del primo tempo.

Nonostante il Bayern Monaco abbia tenuto palla per molto più tempo (il 72 per cento della partita, praticamente tre minuti di gioco su quattro) non è riuscito a creare molte azioni da gol: è soprattutto merito del Real Madrid, che si è difeso molto bene e – soprattutto nel primo tempo – ha cercato di attaccare in contropiede, sprecando però un paio di buone occasioni per segnare. L’unica vera occasione del Bayern, invece, è capitata al 39esimo del secondo tempo, quando alla fine di un’azione piuttosto confusa l’attaccante tedesco Mario Götze ha tirato centralmente a pochi metri dalla porta del Real.

Il ritorno della semifinale si giocherà martedì 29 aprile a Monaco di Baviera: la qualificazione è ancora possibile per entrambe le squadre, con un piccolo vantaggio per il Real: per giocare la finale, in programma a Lisbona il 24 maggio, gli basterà pareggiare oppure perdere con un solo gol di scarto.