Tutte le liste delle elezioni europee

I candidati di tutti i principali partiti, messi in ordine circoscrizione per circoscrizione

I partiti politici italiani che concorrono alle elezioni europee del prossimo 25 maggio hanno presentato le loro liste di candidati, circoscrizione per circoscrizione. Le elezioni europee si terranno fra il 22 e il 25 maggio in tutti i 28 paesi membri dell’Unione Europea: servono a eleggere i 751 deputati del Parlamento europeo, il più importante organo elettivo dell’Unione Europea. Più precisamente, ogni paese elegge i propri rappresentanti al Parlamento europeo, il cui numero varia da nazione a nazione in base al numero di abitanti. Ciascun paese dispone inoltre della propria legge elettorale per eleggere i propri parlamentari, sebbene siano vincolate al principio della proporzionalità.

L’Italia eleggerà 73 parlamentari con la legge numero 18 del 1979, la più vecchia legge elettorale ancora in vigore in Italia. In sostanza è un proporzionale puro in cui si hanno a disposizione fino a tre preferenze. Il territorio italiano viene diviso in cinque circoscrizioni, che assegnano un numero di parlamentari proporzionale al numero dei propri abitanti: la circoscrizione “Italia nord occidentale” elegge 20 parlamentari tra Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia; la circoscrizione “Italia nord orientale” 14  tra Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, e così via. La soglia di sbarramento per partecipare alla distribuzione dei seggi è del 4 per cento nazionale. La posizione in lista di ogni candidato è indifferente ai fini della distribuzione dei seggi.

Italia Nord Occidentale
(Lombardia, Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta)

Italia Nord Orientale
(Veneto, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige)

Italia Centrale
(Lazio, Toscana, Marche, Umbria)

Italia Meridionale
(Campania, Calabria, Basilicata, Abruzzo, Molise, Puglia)

Italia Insulare
(Sicilia, Sardegna)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.