• Mondo
  • lunedì 10 Marzo 2014

Simferopoli dal finestrino

In mezzo alle immagini di soldati che arrivano dalla Crimea, Spencer Platt ha fotografato le facce delle persone sugli autobus: aggiungono qualcosa ai racconti di questi giorni

Spencer Platt, un fotografo statunitense molto bravo che lavora per l’agenzia Getty Images, da qualche giorno è in Crimea. Platt ha 43 anni, è specializzato in reportage fotografici in località di guerra e negli anni scorsi ha lavorato soprattutto in Liberia, in Iraq e in Libano. In mezzo a foto di carrarmati, bandiere e soldati in divisa, Platt ha inoltre scattato una serie molto particolare in cui ritrae il viso delle persone che utilizzano gli autobus pubblici di Simferopoli, in Crimea. Ne è venuta fuori una notevole raccolta di facce ed espressioni corrucciate, che aggiungono qualcosa ai racconti di questi giorni.

Il Post negli ultimi mesi ha pubblicato le foto di Platt da New York dopo il passaggio dell’uragano Sandydall’Egitto nei giorni della rivoluzionedal Libano invaso dai profughi siriani.