• Mondo
  • venerdì 12 luglio 2013

L’Egitto visto da Spencer Platt

Giorni di grandi cambiamenti nelle immagini di un bravo fotografo statunitense

Spencer Platt è un fotografo statunitense molto bravo che lavora per l’agenzia Getty Images: è specializzato in reportage fotografici in località di guerra e negli anni scorsi ha lavorato soprattutto in Liberia, in Iraq e in Libano. Ha vinto il premio “World Press Photo” dell’edizione 2006 con una fotografia molto discussa, scattata a Beirut: mostrava alcuni ricchi libanesi che da una macchina di lusso scattavano foto fra le macerie di un quartiere di Beirut, dopo un bombardamento aereo. Nei giorni scorsi Platt è arrivato in Egitto, e ha documentato i giorni più delicati e movimentati dalla rivoluzione del 2011: le proteste di piazza anti-governative, la deposizione di Morsi, gli arresti dei militari, le manifestazioni pro-Morsi, la vita quotidiana in un paese dove stanno avvenendo grandi cambiamenti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.