• Mondo
  • giovedì 21 Novembre 2013

Le Filippine viste da Dan Kitwood

Un bravo fotografo di Getty Images è andato nelle zone colpite dal tifone a fotografare "la vita quotidiana", o quel che ne rimane

Il fotografo Dan Kitwood, dell’agenzia fotografica Getty Images, ha raggiunto le Filippine e fotografato le zone dove il tifone Haiyan ha fatto più danni, facendo soprattutto attenzione a raccontare la quotidianità in un momento in cui la routine è stata sospesa. Il passaggio del tifone Haiyan l’8 novembre ha causato la morte di oltre 4mila persone e la distruzione di decine di migliaia di abitazioni. La mancanza di acqua, cibo e medicinali nelle aree più interessate è stato il primo problema da risolvere nei giorni dopo il tifone, e ancora oggi migliaia di sfollati vivono in condizioni precarie, tra le macerie delle loro abitazioni e i detriti portati dai venti fortissimi di Haiyan.

Raccontare efficacemente la vastità del disastro nelle Filippine non è semplice: le foto aeree circolate nei giorni scorsi hanno mostrato quanto siano estesi i danni, ma sono le immagini di come si vive – o si cerca di sopravvivere – tra le macerie che testimoniano le durissime condizioni in cui si trovano ancora migliaia di persone.

Dan Kitwood è nato nel Regno Unito nel 1977 e ha viaggiato molto tra Asia, Australia e Sudamerica. E proprio durante i suoi viaggi ha sviluppato e curato il proprio interesse per la fotografia. Vive a Londra e negli ultimi anni ha collaborato stabilmente con Getty Images, raccontando tra le altre cose la guerra in Libia.