Giorni di crisi

Berlusconi vuole votare su IMU e IVA e poi andare a elezioni, i ministri PdL hanno confermato le dimissioni irrevocabili e detto che con loro "non funzionerà il metodo Boffo"

Nel tardo pomeriggio di lunedì Silvio Berlusconi, ha partecipato a una riunione dei parlamentari del PdL organizzata al palazzo di Montecitorio per discutere della crisi di governo aperta con le dimissioni dei ministri del centrodestra. Berlusconi ha parlato per circa 40 minuti, spiegando che “l’esperienza di governo è finita” e che sarà necessario tornare a votare, ma solo dopo l’approvazione dei provvedimenti che riguardano l’IVA, la cancellazione dell’IMU e la legge di stabilità in generale. Il tutto dovrà essere svolto in una settimana, ha detto Berlusconi, dicendo poi di essere contrario a “governicchi”.

Berlusconi ha anche detto di avere preso autonomamente la decisione di fare dimettere i ministri del PdL, dichiarazione tesa a calmare i cosiddetti dissidenti: “Ho deciso da solo. Forza Italia non è una forza estremista e nessuno mi ha costretto” e ha poi ricordato che “i panni sporchi si lavano in casa”. Avrebbe poi invitato anche i sottosegretari a dimettersi. Alla fine dell’incontro, Fabrizio Cicchitto si è però lamentato della mancanza di un dibattito durante la riunione e ha spiegato che saranno necessari ancora altri chiarimenti.

Camera e Senato hanno intanto messo in calendario la discussione sulla crisi in Parlamento. Enrico Letta sarà in Senato alle 9:30 di mercoledì 2 ottobre e nel pomeriggio riferirà alla Camera, a partire dalle 16. Non è ancora chiaro se saranno votate mozioni di fiducia o sfiducia nei confronti del governo, perché di norma queste sono presentate dai gruppi parlamentari.

— — —

Segue la cronaca della giornata.

19:26 – Berlusconi avrebbe poi respinto la proposta di dimissioni di tutti i parlamentari del PdL.

19:23 – Circolano sulle agenzie altre parti del discorso che Berlusconi ha tenuto poco fa ai parlamentari PdL: ha spiegato che i panni sporchi si lavano in famiglia e che con i ministri del centrodestra “è stato chiarito tutto”. Avrebbe poi definito un’esperienza finita quella del governo Letta.

19:12 – Silvio Berlusconi ha lasciato il palazzo di Montecitorio senza rilasciare dichiarazioni.

19:09 – Nella riunione, Berlusconi avrebbe anche alluso a una richiesta di dimissioni dei sottosegretari PdL nel governo Letta, dicono le agenzie.

19:04 – Durante la riunione dei parlamentari PdL, Berlusconi avrebbe anche detto: siamo contrari a “governicchi” che si reggono con transfughi e traditori (sintesi dell’ANSA)

18:55 – Il deputato PdL Fabrizio Cicchitto ha espresso nuove perplessità sulle decisioni di Silvio Berlusconi:

Mi sarei augurato che fosse seguito un dibattito. La situazione non è affatto chiarita. Per fare quello che il presidente Berlusconi ha proposto, sarebbe stato opportuno chiedere il ritiro delle dimissioni dei ministri, altrimenti dobbiamo votare la fiducia al governo.

18:43 – Oltre all’IVA, Berlusconi ha parlato di disponibilità a votare la legge di stabilità “che non aumenti le tasse” e la cancellazione dell’IMU, riferiscono le agenzie.

18:37 – Durante la riunione del parlamentari del PdL, Berlusconi avrebbe anche detto che “il decreto IVA sarà approvato”, ma una volta approvati i provvedimenti “bisognerà tornare a votare”.

18:13 – Alcune fonti di palazzo Chigi hanno riferito all’ANSA che nel pomeriggio di oggi il cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha telefonato al presidente del Consiglio Enrico Letta ribadendogli “l’auspicio per la stabilità politica dell’Italia e per la continuità nell’azione di governo”.

18:09 – Il Corriere della Sera ha pubblicato sul suo sito una sintesi delle cose che Berlusconi avrebbe detto durante la riunione dei parlamentari PDL, in corso al palazzo di Montecitorio:

Ho deciso da solo. Ho deciso nella notte. Perché gli italiani non capivano come facevamo a stare al governo con la sinistra se i nostri deputati si erano dimessi. Dobbiamo spiegare ai nostri cittadini le nostre ragioni. Forza Italia non è una forza estremista e nessuno mi ha costretto a far dimettere i ministri. La missione di Magistratura Democratica è quella di garantire la democrazia. E per loro c’è democrazia solo se la sinistra è al potere. Hanno fatto piazza pulita dei partiti democratici.

17:49 – La borsa di Milano ha chiuso a -1,2 per cento, dopo una giornata sempre in negativo.

17:41 – Silvio Berlusconi è arrivato al palazzo di Montecitorio, la sede della Camera dei Deputati, per la riunione con i parlamentari PdL.

17:30 – Dopo due giorni di silenzio, il sindaco di Firenze e probabile candidato alla segreteria del PD, Matteo Renzi, ha pubblicato un breve post su Facebook di commento alla crisi di governo.

In tanti mi chiedono: “Che pensi della crisi di governo?”. Spiacente, non partecipo al festival-teatrino delle dichiarazioni. Aspettiamo di sentire cosa dirà il Premier Letta e di vedere cosa deciderà il Parlamento. Nel frattempo l’unico modo per restituire un po’ di dignità alla politica è fare bene il proprio mestiere. Oggi sono intervenuto in Consiglio Comunale sui risultati amministrativi del mondiale di ciclismo (rastrelliere, strade asfaltate, piste ciclabili, spazi culturali riaperti) e stamattina ho inaugurato l’asilo nido al Palazzo di Giustizia (liste d’attesa diminuite del 90% in quattro anni). La politica deve parlare meno e fare di più.

17:05 – Tra poco dovrebbe iniziare la riunione dei parlamentari del PdL.

1 2 3 4 Pagina successiva »