• Mondo
  • lunedì 12 Agosto 2013

Il piano del Regno Unito per le bici

Il governo Cameron ha annunciato il più grande stanziamento di fondi per costruire nuove piste ciclabili e incentivarne l'uso

Il governo britannico ha annunciato il più grande stanziamento di denaro nella storia del paese per incentivare l’uso della bicicletta. Il ministero per i Trasporti ha detto che un fondo da 77 milioni di sterline – circa 90 milioni di euro – sarà destinato a otto città inglesi – Manchester, Leeds, Birmingham, Newcastle, Bristol, Cambridge, Oxford e Norwich – e che i soldi saranno utilizzati, tra le altre cose, per costruire nuove piste ciclabili e migliorare quelle già esistenti.

La notizia è già stata diffusa ufficialmente dal governo e il piano sarà presentato oggi dal primo ministro britannico David Cameron insieme al ciclista scozzese Chris Hoy, una leggenda dello sport britannico, vincitore di sei medaglie d’oro alle Olimpiadi nel ciclismo su pista. La stampa britannica ha già messo le mani sul discorso che Cameron farà per presentare il piano: dirà che il ciclismo è diventato particolarmente popolare nel Regno Unito dopo i recenti successi alle Olimpiadi, Paralimpiadi e al Tour de France ed è ora che esca dalle piste delle competizioni per arrivare nelle strade, «iniziando una rivoluzione della bicicletta che rimuoverà le barriere per una nuova generazione di ciclisti». Cameron spiegherà anche che il piano del governo vuole rendere «più facile e più sicuro andare in bici per le persone che già lo fanno e incoraggiarne delle nuove» e portare la diffusione della bici a livelli simili a quelli delle città tedesche, danesi e olandesi. Il ministro dei Trasporti ha spiegato che il numero di ciclisti a Londra è aumentato significativamente negli ultimi anni, ma che il fenomeno non dev’essere confinato nella capitale.

Al fondo iniziale si aggiungeranno contributi locali che porteranno a un investimento complessivo di 148 milioni di sterline – circa 170 milioni di euro – da qui al 2015. Circa 17 milioni di sterline – 20 milioni di euro – saranno distribuiti tra quattro parchi nazionali perché migliorino le loro infrastrutture allo scopo di favorire l’uso della bici. Il progetto prevede anche la creazione di un premio per le scuole impegnate a promuovere il ciclismo e lo studio di una pista ciclabile nazionale che colleghi Londra a Birmingham e al nord del paese, passando per negozi, scuole e uffici delle città oltre che ad attrazioni turistiche. Grazie ai nuovi investimenti, la spesa pro capite nella promozione del ciclismo passerà da due a dieci sterline, la cifra ideale secondo un rapporto realizzato dell’associazione Get Britain Cycling commissionato da un gruppo di parlamentari e pubblicato ad aprile 2013.

Foto: Un uomo in vici a Londra, aprile 2013. (LEON NEAL/AFP/Getty Images)