• Mondo
  • mercoledì 10 luglio 2013

Le grandi alluvioni nel Sichuan

Foto e video delle inondazioni causate dalle forti piogge nella provincia cinese: ci sono più di 30 dispersi per una frana, e molti palazzi sbriciolati

Nella mattina di mercoledì 10 luglio, una grande frana di fango ha sommerso numerose abitazioni a Zhongxing, nella provincia cinese del Sichuan. Secondo l’agenzia di stampa Xinhua, sotto la frana sarebbero rimaste sepolte tra le 30 e le 40 persone. Sul luogo sono intervenute decine di squadre di soccorso e almeno 100 persone stanno cercando i dispersi. La frana si è verificata dopo giorni di pioggia incessante in parte del Sichuan, che hanno portato a numerose inondazioni con la distruzione di ponti, abitazioni e stabilimenti industriali.

La televisione di stato ha trasmesso alcune riprese effettuate nella provincia cinese: si vedono fiumi che esondano e ondate che travolgono e sbriciolano diversi edifici. A Jiangyou, sempre nella provincia del Sichuan, un palazzo è crollato martedì 9 luglio, e da allora una dozzina di persone è data per dispersa.

Zhongxing, la città dove si è verificata la frana, aveva subito grandi danni nel 2008 in seguito al terremoto di magnitudo 7.9, che aveva causato la morte di quasi 70mila persone. La frana di fango e altri detriti ha ricoperto un’area ampia due chilometri quadrati e ha danneggiato una decina di case. Oltre alle 30 – 40 persone che si pensa siano rimaste sommerse, più di 200 abitanti della zona sono stati evacuati per motivi di sicurezza.

mappa-cina-alluvioni

Molte squadre di soccorso sono al lavoro in altre zone del Sichuan, per dare assistenza a chi è rimasto isolato e ripulire le strade, interrotte a causa delle inondazioni. Il brutto tempo e le esondazioni hanno interessato mezzo milione di persone tra le province del Sichuan e dello Yunnan. Almeno 300 case sono state danneggiate e ci sono quasi 37mila sfollati.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.