• Mondo
  • domenica 19 Maggio 2013

Chi sono i più arroganti in Europa?

Il PEW Center ha pubblicato un'analisi delle opinioni degli europei: dagli stereotipi nazionali a cosa pensano della crisi (con parecchie sorprese)

Questa settimana il PEW Center – uno dei principali istituti che si occupano di sondaggi d’opinione al mondo – ha pubblicato un’analisi sulle opinioni degli abitanti di otto paesi europei su varie questioni che riguardano l’Unione Europea e la crisi economica. I quesiti che sono stati posti al campione vanno dall’opinione generale sulla situazione dell’Unione (gli euroscettici sono aumentati un po’ dappertutto) agli stereotipi sugli altri paesi. Una piccola anteprima: i greci sono molto generosi con sé stessi e noi italiani al contrario molto severi.

Una delle prime domande del sondaggio riguardava l’Unione Europea: se l’integrazione ha rafforzato l’economia (colonna di sinistra dello schema qui sotto) e se, più in generale, l’intervistato era favorevole all’Europa (a destra). Tra le cose da notare ci sono che in Spagna e Francia nel corso dell’ultimo anno le persone favorevoli all’Europa sono scese al di sotto del 50 per cento. L’Italia, insieme alla Grecia, è il paese più scettico sull’efficacia economica dell’integrazione, ma nel contempo è anche uno dei più favorevoli all’Unione.

La risposta che gli europei hanno dato sul miglior modo per risolvere i problemi economici è ancora più sorprendente. Esclusi i greci e i polacchi, la maggioranza degli interpellati ha risposto che il modo migliore è ridurre ulteriormente la spesa pubblica (più austerity, quindi). Sandro Brusco, che sul blog Noise from Amerika ha dedicato una breve analisi a questo dato, spiega che questo consenso così ampio è dovuto alla genericità della domanda. Una volta che viene specificato dove si dovrebbe procedere con i tagli, il consenso per l’austerity tende a scomparire.

Un altro quesito chiedeva di indicare quale nazione corrispondesse maggiormente a un certo stereotipo. A ogni intervistato è stato chiesto di indicare quale in Europa fosse il paese più degno di fiducia e il meno degno di fiducia, il più arrogante e il meno arrogante, il più compassionevole e il meno compassionevole (da sinistra a destra nella tabella qui sotto).

Nella categoria “più degno di fiducia” ha trionfato la Germania, tranne che in un caso. I greci ritengono che sia la Grecia il paese più degno di fiducia. Per Germania e Spagna è l’Italia ad essere il paese meno degno di fiducia, un’opinione condivisa anche dagli stessi italiani. Che sono umili anche nella categoria “meno arrogante”, indicando la Spagna che a sua volta si identifica come il paese meno arrogante – c’è forse una certa contraddizione nel fatto che tutti i paesi, tranne l’Italia, si sono definiti “i meno arroganti”. Ma dove il sentimento nazionale la fa da padrone è nella categoria “più compassionevole”, evidentemente la virtù che gli europei ritengono più importante. In questa categoria, senza eccezione, gli intervistati hanno indicato il proprio paese come il più compassionevole d’Europa.