• mini
  • mercoledì 12 Dicembre 2012

Il 12/12/12 di cento anni fa

L'elegante e lezioso trafiletto scritto per la (sigla della) data di oggi dal New York Times

Il 12 dicembre 1912, il New York Times dedicò un breve articolo alla data particolare del giorno (12/12/12). Il trafiletto si intitola appunto 12-12-12, con il sottotitolo “È oggi e ci vorrà parecchio prima di un’altra data strana”. Venne pubblicato a pagina 11, sotto un altro che si occupava di un’offerta di vendita (rifiutata) per Monticello, la tenuta e il luogo di sepoltura di Thomas Jefferson in Virginia.

All’inizio dell’articolo, non firmato, si invitano i lettori ad approfittare dell’occasione per scrivere lettere:

Per coloro che si dilettano in questo genere di svaghi, oggi è un giorno da celebrare scrivendo un bel po’ di lettere e datandole, tutte e ciascuna, 12-12-12. La sequenza dei dodici è veramente un’offerta che vale un giorno solo e non ritorna. Quelli che oggi rimandano il momento di scrivere, non ne avranno mai più l’occasione finché vivono! La prossima volta che una persona prenderà in mano la penna per mettere le cifre 12-12-12 al posto della data, sarà passato un intero secolo, e la Terra sarà popolata da una generazione quasi interamente nuova. Lo scorso anno ci fu l’11-11-11, ma purtroppo non ci sarà mai un 13-13-13, a meno che non cambi parecchio il calendario.

Il seguito dell’articolo parla di altre date notevoli, con lo stesso tono leggero e un po’ lezioso, concludendo con un esempio “che dovrebbe far correre i brividi magici su e giù dalle schiene di chi crede e celebra gli hoodoo” (un insieme di riti magici popolari, da non confondere con la religione voodoo, diffusi soprattutto nel sud degli Stati Uniti): ovvero il giorno successivo, venerdì 13, che si consiglia di scrivere “venerdì 13, 1912” perché anche la somma delle cifre dell’anno è di nuovo 13.

“All the News That’s Fit to Print”, la storia dello storico motto del New York Times.