• Mondo
  • lunedì 12 Novembre 2012

Scontri tra Israele e Hamas

Le foto dei raid israeliani sulla Striscia di Gaza e dei missili sparati dai militanti di Hamas negli ultimi giorni

Negli ultimi tre giorni ci sono stati diversi scontri tra i militanti di Hamas e l’esercito israeliano. Sabato sera dalla Striscia di Gaza i miliziani palestinesi hanno sparato diversi missili anticarro, colpendo una jeep militare israeliana e ferendo quattro militari, di cui uno in modo grave. L’esercito israeliano ha risposto bombardando Zeitun e Shejaiya, due quartieri di Gaza. Le persone uccise tra i palestinesi sarebbero sei, cinque civili che partecipavano a una commemorazione funebre in una tenda e un membro della Jihad islamica.

I palestinesi hanno però spiegato che il loro missile anticarro era a sua volta la risposta all’uccisione di un ragazzo di 12 anni nei pressi di Khan Younis, morto a causa di colpi di mitragliatrice sparati da un elicottero israeliano, secondo quanto riferito da Hamas.

Il sud di Israele è ora in stato d’allerta: nelle ultime 24 ore sono stati sparati quasi cento razzi che hanno ferito quattro persone, di cui due che viaggiavano a bordo di un’auto.
Il primo ministro Benjamin Netanyahu, durante la riunione settimanale del governo, ha dichiarato che l’esercito israeliano è pronto a intensificare la risposta militare contro Hamas: «Il mondo deve comprendere che Israele non resterà inerte di fronte ai tentativi di attaccarci».