Il nuovo Bing è pieno di Facebook

Il motore di ricerca di Microsoft integra al suo interno il social network per coinvolgere amici e conoscenti quando si cercano le cose online

Entro poche settimane Facebook sarà ufficialmente quotato in borsa e molte società che collaborano con il social network potranno trarne benefici. Tra queste ci sarà anche Microsoft, che detiene da tempo una quota di Facebook e che ieri ha annunciato importanti novità per il proprio motore di ricerca Bing, che coinvolgono anche il social network di Mark Zuckerberg. Una collaborazione tra Bing e Facebook esisteva già, ma fino a ora non aveva fatto particolare presa sugli utenti – a dire il vero ancora pochi, dopo tre anni – che utilizzano il motore di ricerca. La nuova versione, che sarà disponibile nelle prossime settimane negli Stati Uniti e successivamente nel resto del mondo, propone una maggiore integrazione con Facebook e renderà più semplice le “ricerche sociali” online, quelle effettuate con la collaborazione in tempo reale dei propri amici.

Tre colonne
Microsoft ha deciso di riorganizzare radicalmente le pagine dei risultati di Bing, realizzando tre distinte colonne che danno informazioni e dati di vario tipo legati alle ricerche effettuate. La colonna di sinistra dà i risultati tradizionali, quella centrale indicazioni e suggerimenti, mentre la nuova colonna a destra è dedicata all’area social del motore di ricerca, in collaborazione con Facebook.

Risultati
La colonna a sinistra, la più larga delle tre, mostra i tradizionali risultati delle ricerche effettuate con un elenco di link e, in alcuni casi, di immagini, video e altri contenuti. Quelli di Microsoft dicono di aver lavorato sodo per migliorare gli algoritmi, ovvero i sistemi che fanno funzionare il motore di ricerca e che consentono di fornire risultati rilevanti rispetto alle parole chiave inserite. L’efficacia del nuovo sistema è stata testata su alcuni volontari, ai quali è stato chiesto di indicare se trovassero più pertinenti i risultati di Bing o di Google. Naturalmente, durante il test, i volontari non potevano sapere in anticipo quali fossero i risultati di uno o dell’altro motore di ricerca. L’esito del test va preso con le molle, tuttavia Microsoft sostiene che il 43 per cento ha detto di preferire i risultati di Bing, contro il 28 per cento per Google.

Istantanee (Snapshot)
La colonna centrale del nuovo Bing serve per dare suggerimenti e informazioni aggiuntive, generalmente visuali, per arricchire la propria ricerca online. L’idea è dare un servizio di appoggio per effettuare direttamente alcune operazioni dal motore di ricerca, senza passaggi intermedi come avviene quando si clicca sui risultati tradizionali. Nella colonna possono comparire mappe, moduli per cercare un volo, le recensioni degli utenti di particolari locali, fotografie, video e altri risultati. Microsoft sfrutterà quello spazio anche per inserire qualche link sponsorizzato.

Nella prossima pagina, tutto quello che c’è da sapere sulla nuova
integrazione con Facebook, e sulla privacy

1 2 Pagina successiva »