Chi ha vinto nelle 24 grandi città

Sei sindaci al primo turno, il PdL fuori in diversi casi, la Lega perde in posti importanti, un grillino al ballottaggio

I risultati delle elezioni amministrative in centinaia di comuni italiani e alcune città più importanti sono arrivati con grande lentezza e sono nella mattina di martedì quasi completi. Il racconto della giornata di lunedì e delle notizie è qui, questo è il quadro delle città maggiori.

I vincitori al primo turno
Flavio Tosi della Lega a Verona, sindaco uscente, come previsto.
Paolo Perrone del centrodestra a Lecce, sindaco uscente, protagonista di una discussa campagna elettorale.
Ettore Romoli del centrodestra a Gorizia, sindaco uscente.
Cosimo Consales del centrosinistra a Brindisi, che usciva da una giunta di centrodestra.
Massimo Federici del centrosinistra a La Spezia, sindaco uscente.
Samuele Bertinelli del centrosinistra a Pistoia, che usciva da una giunta di centrosinistra.

Al ballottaggio con ampio vantaggio
Alessandria: Maria Rita Rossa del centrosinistra ha il 40% contro il 18% di Piercarlo Fabbio del centrodestra.
Como: Mario Lucini del centrosinistra ha il 35,54% e Laura Bordoli del PdL il 13,17%.
Frosinone: Nicola Ottaviani del centrodestra ha il 44% contro il 24% di Michele Marini del centrosinistra, sindaco uscente.
Genova: Marco Doria del centrosinistra ha il 48,3%, Enrico Musso (lista civica) il 15%.
Lucca: Alessandro Tambellini del centrosinistra ha il 46% e Pietro Fazi (lista civica e UdC) ha il 16%. Il sindaco uscente del centrodestra è fuori col 15%.
Monza: Roberto Scanagatti del centrosinistra ha il 38% contro il 20% di Andrea Mandelli del centrodestra. Il sindaco uscente della Lega, Marco Mariani, è fuori con l’11%.
Piacenza: Paolo Dosi del centrosinistra ha il 47%, Andrea Paparo del centrodestra il 31%.
Palermo: Leoluca Orlando dell’IdV ha il 47,5, Fabrizio Ferrandelli del centrosinistra il 17,4%.
Parma: Bernazzoli del centrosinistra ha il 39,2%, Pizzarotti del Movimento Cinque Stelle il 19,5%.
Taranto: Ippazio Stefàno del centrosinistra ha il 49,5%, Mario Cito (destra e liste civiche) il 19%.
Trani: il candidato del centrodestra Luigi Riserbato ha il 46% contro il 29% di Ugo Operamolla del centrosinistra.

Al ballottaggio combattuto
Asti: Fabrizio Brignolo del centrosinistra ha il 37% contro il 30% di Giorgio Galvagno del centrodestra (sindaco uscente).
Belluno: Claudia Bettiol del centrosinistra (PD e IdV) ha il 25% contro il 24% di Jacopo Massaro (lista civica). Il sindaco uscente del centrodestra, Antonio Prade, è fuori con il 23%.
Cuneo: Federico Borgna dell’UdC ha il 36%, Gigi Garelli del centrosinistra il 31%.
L’Aquila: Massimo Cialente del centrosinistra, sindaco uscente, ha il 41%, Giorgio De Matteis (UdC) il 30%.
Trapani: è avanti Giuseppe Maurici (Terzo Polo e liste civiche) col 27% su Vito Damiano del PdL con il 20%.
Agrigento: il sindaco uscente Marco Zambuto (lista civica e UdC) ha il 34% contro il 19% di Salvatore Pennica del PdL.

Non definitivi
A Catanzaro al candidato del centrodestra mancano pochi centesimi percentuali per evitare il ballottaggio col candidato del centrosinistra, che comunque ha il 42%. Lo scrutinio è stato sospeso per le contestazioni su alcune schede e rinviato a domani.