Il nuovo iPhone, e il resto

Sette cose da sapere sull'evento Apple di oggi, a partire dal nuovo iPhone 4S che è uguale a quello vecchio, ma solo di fuori

Tim Cook, che ha sostituito Steve Jobs alla guida di Apple, ha presentato stasera nella sede di Cupertino con i suoi collaboratori i nuovi prodotti, tra cui soprattutto l’assai atteso e discusso nuovo iPhone. Ecco le notizie principali uscite dalla presentazione, alcune già anticipate lo scorso giugno dallo stesso Jobs.

1. iOS5, il nuovo sistema operativo per i dispositivi mobili, uscirà il 12 ottobre. Ha Twitter integrato, la navigazione su Safari con i tab, possibilità di editing delle foto, e altre funzioni già annunciate a giugno.

2. iCloud, il sistema di gestione e sincronizzazione dei propri file sui server di Apple, sarà disponibile il 12 ottobre negli Stati Uniti e ospiterà diverse funzioni tra cui iTunes Match, per l’archiviazione e uso da qualunque apparecchio della propria libreria musicale.

3. C’è un nuovo iPod Nano. A 149 dollari per 16 GB e 129 per 8 GB. E un nuovo iPod Touch, in versione anche bianca a 399 dollari per 64 GB, 299 per 32 GB, 199 per 8 GB.

4. E il benedetto nuovo iPhone, si chiama 4S e somiglia al 4, da fuori. Dentro ha invece diverse novità a partire dal processore che lo fa funzionare: si chiama A5 ed è lo stesso già presente sull’iPad. Il nuovo iPhone 4S è anche fino a sette volte più veloce nella gestione della grafica, particolare molto importante soprattutto per i videogiochi.

Sarà disponibile a partire dal 14 di ottobre negli Stati Uniti con i principali operatori di telefonia: AT&T, Verizon e Sprint in abbonamento. Il modello da 64 GB costerà 399 dollari, quello da 32 GB 299 e quello da 16 avrà un prezzo di 199 dollari, mentre per l’iPhone 4 ci sarà un modello solo da 8 GB a 99 dollari. L’iPhone 3 GS, il più datato, continuerà a esistere e sarà dato gratuitamente con l’avvio del piano in abbonamento. In Italia arriva a partire dal 28 ottobre.

5. Ricordate il problema con l’antenna che aveva rischiato di compromettere le vendite dell’iPhone 4 agli inizi? La nuova versione ha un sistema con due antenne e passa da una all’altra per migliorare la ricezione e l’invio dei dati, sia per le chiamate che per il download. Le antenne si agganciano sia al segnale GSM che CDMA.

6. Il nuovo iPhone 4S ha anche una fotocamera diversa dal suo predecessore: ha un sensore da 8 megapixel per foto con una risoluzione massima di 3264×2448. Il sensore è inoltre in grado di rilevare più luce, offrendo immagini più chiare e nitide. La fotocamera riesce anche a riconoscere i volti e ha un migliore bilanciamento del bianco. C’è uno stabilizzatore di immagine, utile anche per i video, che possono essere realizzati in HD a 1080p.

7. SIRI (Assistant), la funzione anticipata negli ultimi giorni, esiste davvero. Tieni premuto il tasto home dell’iPhone, compare l’icona di un microfono e invii il tuo comando vocale. Il telefono riconosce la tua voce ed esegue il comando. Serve per fare le ricerche online, per chiedere che tempo fa, ma anche per cose più complesse come inviare un SMS. Basta dire a chi inviarlo e che cosa scrivere nel messaggio all’iPhone. Se vuoi impostare una sveglia basta dirgli “Svegliami domani alle sette”, allo stesso modo puoi impostare eventi e promemoria. Il telefono risponde sia visivamente, con aggiornamenti sullo schermo, sia con un sintetizzatore vocale con cui si può anche interagire.

Il sistema è ancora in fase di prova ed è probabilmente l’erede dell’applicazione Siri, comprata lo scorso anno da Apple. Sarà inizialmente disponibile solo in inglese, francese e tedesco al momento del lancio dell’iPhone 4S. Il supporto per altre lingue arriverà in futuro.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.