• Mondo
  • sabato 24 settembre 2011

I festeggiamenti e gli scontri in Palestina

Le immagini della giornata di ieri in Palestina, dove la gente ha riempito le piazze per sentire il discorso di Abu Mazen, ma una persona è stata uccisa negli scontri con l'esercito di Israele

Ieri Abu Mazen ha presentato davanti all’Assemblea generale dell’ONU la richiesta formale di adesione della Palestina come 194esimo stato membro. Durante la giornata, i palestinesi si sono radunati nelle piazze di diverse città dove erano stati montati dei maxischermi per permettere loro di seguire in diretta il discorso. A fianco delle piazze piene di gente che si commuoveva o esultava, le immagini di ieri mostrano anche proteste violente e scontri con le forze di sicurezza israeliane, cominciati già giovedì sera: a Nablus, in Cisgiordania, a Ras Al-Amud, un sobborgo orientale di Gerusalemme, e vicino a molti checkpoint delle forze israeliane. Durante gli scontri, un palestinese è stato ucciso da un colpo sparato da un militare israeliano, nel villaggio di Qusra, a sudest di Nablus.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.