• Sport
  • lunedì 4 Luglio 2011

Anche l’Inter imbrogliò

Ci fu illecito sportivo da parte del tesserato Giacinto Facchetti, dice la relazione del procuratore Palazzi sullo scudetto del 2006

Sono 72 le pagine in cui il procuratore federale Stefano Palazzi motiva la sentenza su “Calciopoli bis” che ha portato all’assoluzione per prescrizione di tutti gli imputati, venuti fuori dalle intercettazioni evidenziate lo scorso anno nel processo penale in corso a Napoli. In pratica il procuratore entra nel merito e spiega certi comportamenti e quali sarebbero state le conclusioni se i tempi della giustizia sportiva non fossero stati prescritti. Pesante in particolare il giudizio sui comportamenti del tesserato Giacinto Facchetti, ritenuto colpevole di “illecito sportivo”. Quanto all’esposto della Juventus, con richiesta di revoca dello scudetto 2006 assegnato all’Inter, spiega Palazzi che non si può più intervenire per via disciplinare. Ma alla luce del parere del collegio dei saggi, nominato dall’allora commissario federale Guido Rossi, la decisione di eventuale revoca può spettare solo al consiglio federale, che ne discuterà nella seduta programmata il 18 luglio.

 

(continua a leggere su Gazzetta.it)