• Sport
  • sabato 28 Maggio 2011

La squadra più forte

Non solo d'Europa: di certo del mondo e forse di tutti i tempi

Il Barcellona ha battuto tre a uno il Manchester United e ha vinto la cinquantaseiesima edizione della Champions League. La squadra di Guardiola ha vinto col suo solito stile: dominando il campo e il gioco con una superiorità più unica che rara in partite di calcio di questo livello. Il Barcellona è passato in vantaggio con Pedro, a metà del primo tempo, ed è stato raggiunto pochi minuti dopo da Wayne Rooney. Nel secondo tempo il Barcellona ha dilagato, prima con un gol di Messi da fuori area e poi con un bellissimo pallonetto di Villa. Al di là dei gol, la cosa impressionante del Barcellona è stata il dominio assoluto: la lezione di calcio impartita a una squadra solida ed esperta come il Manchester United di Alex Ferguson.

Da parecchio tempo, ormai, a ogni trofeo vinto dal Barcellona, a ogni partita importante vinta in modo schiacciante, ricomincia una discussione che non è possibile portare a conclusione definitiva ma che diventa ogni volta più sensato fare: quella sul fatto che il Barcellona allenato da Josep Guardiola sia o no la più forte squadra di calcio di tutti i tempi (tangenziale a questa, c’è quella sul fatto che Lionel Messi sia o no il calciatore più forte di tutti i tempi). Può essere utile fornire qualche dato. Il Barcellona di Guardiola in tre anni ha vinto tre volte il campionato spagnolo, due Champions League, una Coppa di Spagna, due Supercoppa di Spagna, una Supercoppa Europea, un Mondiale per Club. Dei suoi giocatori, otto hanno giocato la finale dei Mondiali di calcio in Sudafrica, vincendola: molti di questi avevano vinto anche i campionati europei, due anni prima. Xavi è ritenuto unanimemente uno dei migliori registi di ogni tempo. Lionel Messi ha 24 anni, ha vinto due volte il Pallone d’Oro, è già il terzo marcatore di tutti i tempi nella storia del Barcellona. E ha davanti altri dieci anni di carriera.

Ci sono altre squadre, nella storia del calcio, che hanno meritato l’appellativo di squadra più forte di sempre (o quantomeno le relative discussioni). L’Inter di Helenio Herrera, il Real Madrid di Puskas e Di Stefano, il Brasile di Pelé, l’Olanda degli anni Settanta, l’Ajax di Cruyff, il Milan di Arrigo Sacchi e Fabio Capello. A queste può affiancarsi ormai a pieno titolo il Barcellona di Pep Guardiola.