Vittorio Arrigoni rapito a Gaza

Il volontario, blogger e collaboratore del Manifesto è stato rapito da un gruppo di salafiti che minaccia di ucciderlo

Vittorio Arrigoni, volontario, blogger e collaboratore del Manifesto, è stato rapito a Gaza.

Un volontario italiano, Vittorio Arrigoni, è stato rapito a Gaza da un gruppo islamico salafita che, in un filmato pubblicato originariamente su You Tube ma che è possibile vedere anche qui sotto, minaccia di ucciderlo se entro 30 ore, a partire dalle ore 11 locali di stamane (le 10 in Italia), il governo di Hamas non libererà alcuni detenuti salafiti. Arrigoni è stato sequestrato da tre miliziani armati a Gaza City. Il cooperante è stato rapito mentre lasciava il campo di Jerbala con uno dei quadri delle milizie delle Brigate di al-Aqsa. «Ho riconosciuto l’uomo nel video, è un nostro attivista che è entrato e uscito da Gaza molte volte negli ultimi due anni». Così Huwaida Arraf, cofondatrice dell’Ism, conferma che nel video c’è Arrigoni che è uno degli attivisti del Movimento di solidarietà internazionale.

(continua a leggere sul Corriere.it)

 

Mostra commenti ( )