• rassegna
  • Questo articolo ha più di undici anni

“Mi guardi in faccia”

vasco

Ieri Marcello Veneziani sul Giornale definiva Vasco Rossi “uno dei testimonial del nichilismo prati­co in voga”, convinto che la vita sia fatta solo di “pul­sioni biologiche e animali”, promotore e cantore di quelli che vogliono “vive­re al massimo e pensare al minimo”. Tutto partendo dal titolo del suo ultimo disco, Vivere o niente. Vasco Rossi gli ha risposto con una lettera pubblicata sulla sua pagina Facebook, educata e sentita.

Marcello Veneziani io lo conosco. Filosofo della destra è apparso dopo gli anni ottanta quando la destra conquistò il potere con Berlusconi..da trascinador con un partito e e tre television .. Strano caso di parruccone moderno. Assomiglia fisicamente a un mio amico psichiatra. Fisicamente una figura gradevole di uomo deciso e sicuro. l’aspetto di un uomo serio. non come tutte le facce di quei filosofi di sinistra un po’ trasandati o belli come Bonaga. non pomposo o pedante eppure sempre un po’ pesante . naturalmente molto intelligente e con una logica acuta e stringente affronta solitamente gli argomenti con grande chiarezza. Il problema è che quando questi filosofi o meglio professori di filosofia, parlano di canzoni, non essendo il loro linguaggio non ne capiscono niente e finiscono per dare significati completamente opposti a frasi espressioni e concetti. Arrivando a per prendere veri e propri abbagli. imbarazzanti prese di otto per diciotto.

Stabilendo arbitrariamente che il titolo “Vivere o niente” sia un invito a una vita senza senso e vuota di significato cita subito un titolo di un libro uscito proprio i questi giorni “Vivere non basta” che afferma ben altri concetti e valori positivi

Il fatto è che “Vivere o Niente” non significa affatto quello affermato dal filosofo ma esattamente l’opposto .
qualsiasi ragazzino di vent’anni che lo ha ascoltato oggi glielo potrebbe confermare

Si tratta invece più o meno dello stesso concetto. “Vivere o niente” non significa “niente” o confusione ma è un Out-Out. Significa scegliere e decidere di vivere una vita piena e intensa . VIVERE con passione. altro che vivere non basta…

Vede io non so come lei si ostini a vedere in me un modello negativo un esempio di vita sbagliato. un nichilista. espressione tanto lontana da me. che ho amato la vita vissuta stravissuta, quanto il sole dalla luna. ma mi guardi in faccia. ho 59 anni suonati. le sembro uno che ha buttato via la propria vita bruciandola senza un’ombra di regole in confusione mentale, senza principi o etiche in totale e perenne preda di passioni. Vuole vedere le mie analisi del sangue dove i valori del mio fegato sono quelli di un bambino?

Lei sa che ho una compagna con cui vivo da venticinque anni e con lei ho costruito una famiglia. Ho un figlio splendido. Sa che mantenere in piedi un rapporto un progetto un matrimonio un patto costa molti sacrifici. Costa ad esempio non permettere di lasciarsi innamorare di un’altra persona. perchè a quindici anni è un conto ma a trenta ti puoi controllare. Sa che pare che questa trattasi invece di “causa” primaria di motivo per separazioni e divorzi se si ascolta cinguettare mature signore la domenica pomeriggio in ogni salotto televisivo. Sostenute da vuote figure di conduttrici le si sente apprezzare giustificare e comprendere questo motivo di separazioni di coppie, senza alcun rispetto per il dolore dei figli i loro problemi completamente ignorati e sacrificati sull’altare del proprio orgoglio e della propria vanita.

Sa che mantengo tre famiglie.

Che la provvidenza mi ha regalato altri due figli nati da precedenti occasionali rapporti. Che regolarmente ed orgogliosamente ho riconosciuto provvedendo ad ogni loro necessità e amandoli.

Sa che pago le tasse e ho mantenuto la mia residenza in Italia quando potevo prenderla a montecarlo o alle bahamas.

(continua a leggere sulla pagina di Vasco Rossi su Facebook)