Google Street View vince in Germania

La Corte Suprema berlinese ha sentenziato che le immagini sono raccolte e pubblicate online nel rispetto della legge

La Corte Suprema di Berlino ha sentenziato la legalità del servizio di Google Street View, quello che mostra le immagini delle città e dei luoghi associati alle carte topografiche di Google Maps, e che in Germania era stato oggetto di accuse e denunce soprattutto riguardo al tema della violazione della privacy.

La Corte ha giudicato sulla denuncia di una cittadina tedesca che non voleva che le proprie immagini comparissero online su Street View, sancendo che ottenere foto dal livello stradale e metterle su internet non viola nessuna legge tedesca. Le foto di Street View sono spesso ottenute da altezze di alcuni metri, grazie ad apparecchiature che elevano le telecamere, ma questo non è sembrato rilevante alla Corte, che ha anche tenuto conto del fatto che le immagini delle persone vengono sfocate e che ai cittadini tedeschi è permesso di chiedere di avere le proprie immagini rimosse (secondo Google questa richiesta sarebbe stata fatta finora da 244 mila tedeschi, meno del 3% degli abitanti delle zone coperte).

Restano aperte altre questioni relative alla raccolta e all’uso dei dati personali da parte di Google (proprio oggi la Francia ha multato lo stesso servizio per la raccolta di dati dalle reti wireless, su cui Google aveva dovuto scusarsi), ma comunque quella di oggi è una grossa vittoria per la società, e su un campo ostile.