• venerdì 4 Febbraio 2011

EMI, uno dei peggiori affari della storia

Sono stati bruciati 3,9 miliardi di sterline, e adesso la società verrà venduta

Il fondo di private equity Terra Firma, che aveva rilevato l’etichetta musicale EMI nel 2007, non ha fatto un buon affare. Ha perso 1,7 miliardi di sterline dell’investimento iniziale ed è ancora insolvente con Citigroup, la banca che ha contribuito al finanziamento, per 2,2 miliardi. Gli investitori hanno quindi perso in totale 3,9 miliardi di sterline (4,5 miliardi di euro). Ora la proprietà di EMI è passata interamente a Citigroup, che ha intenzione di cedere l’azienda, senza però svenderla, ma prendendo tempo per valutare le offerte. Si parla di un interessamento di Warner Music per la produzione musicale, mentre l’etichetta potrebbe essere ceduta a un altro fondo di investimento.