• Mondo
  • martedì 2 novembre 2010

Un pacco bomba anche per Angela Merkel

Dopo quelli per Sarkozy e varie ambasciate, trovato un pacco bomba nell'ufficio del cancelliere tedesco

Un pacco contenente esplosivo è stato trovato nella cassetta della posta dell’ufficio del cancelliere tedesco Angela Merkel. La notizia è stata resa nota dalle stesse autorità tedesche, che hanno fatto sapere di avere disinnescato l’ordigno. Angela Merkel in questo momento si trova in visita ufficiale in Belgio e non era quindi in ufficio.

Per quanto non sia ancora stato appurato, si sospetta che anche questo pacco provenga da Atene, così come i due piccoli pacchi bomba fatti esplodere ieri nelle ambasciate in Grecia di Russia e Svizzera, come gli altri tre ordigni distrutti dalla polizia greca e come quelli indirizzati nei giorni scorsi al presidente francese Nicolas Sarkozy e all’ambasciata belga. Un pacco indirizzato all’ambasciata messicana aveva ferito gravemente una persona.

Secondo un portavoce delle autorità greche, tra questi pacchi bomba e i pacchi esplosivi inviati venerdì scorso da Al Qaida dallo Yemen verso gli Stati Uniti non vi sarebbe alcun legame. Le indagini sono già in corso e gli inquirenti avrebbero già identificato i possibili responsabili dell’iniziativa: si tratterebbe di due attivisti greci appartenenti a un gruppo di estrema sinistra.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.